scatola

s.f.

1.  nome generico di qualsiasi recipiente fornito di coperchio, usato per riporvi, conservarvi o trasportare oggetti vari: scatola di cartone , di vetro , di plastica , di legno , di latta ; una scatola di fiammiferi , di caramelle ; scatole cinesi , serie di scatole di dimensioni decrescenti che si possono chiudere l'una nell'altra | comperare a scatola chiusa , senza aver controllato la qualità della merce ' cibi in scatola , preparati e conservati in recipienti, gener. metallici, chiusi ermeticamente ' caratteri , lettere di scatola , (fig.) molto grandi, chiari. dim. scatoletta , scatolina , scatolino (m.) accr. scatolona , scatolone (m.) pegg. scatolaccia

2.  ciò che è contenuto in una scatola: mangiarsi un'intera scatola di cioccolatini

3.  oggetto, congegno a forma di scatola: la scatola del cambio , in un'automobile; scatola armonica , musicale , carillon ' scatola cranica , (anat.) l'insieme delle ossa che racchiudono il cervello ' scatola nera , negli aerei, l'involucro in cui sono racchiusi gli strumenti che registrano i dati di volo

4.  pl. (eufem.) testicoli; quasi esclusivamente nelle seguenti loc. fig. di uso popolare: rompere le scatole a qualcuno , infastidirlo, seccarlo molto; levarsi dalle scatole , levarsi di torno, lasciare in pace; averne piene le scatole , non poterne più, non riuscire più a sopportare qualcuno o qualcosa.

scatolaio

s.m. [f. -a] chi fabbrica o vende scatole. 

leggi

scatolame

s.m.  (1) assortimento, insieme di scatole (2) generi alimentari conservati in scatola: un pasto a base di scatolame.  

leggi

scatolare

agg. che ha forma di scatola (usato spec. nel linguaggio dell'edilizia): struttura scatolare.  

leggi

scatolata

s.f. quantità di roba contenuta in una scatola. 

leggi

scatolato

agg.  (1) confezionato, conservato in scatola: prodotti , cibi scatolati | usato anche come s.m. : la vendita degli scatolati ; gli scatolati della carrozzeria di una vettura  (2) chiuso, piegato a forma di scatola: lamiera scatolata.  

leggi

craniotomia

s.f. (med.) apertura chirurgica della scatola cranica. 

leggi

esencefalo

agg. (med.) malformazione dell'encefalo che si spinge mostruosamente fuori della scatola cranica. 

leggi

cranico

agg. [pl. m. -ci] (anat.) del cranio: fosse craniche ; scatola cranica , cranio. 

leggi

flight-recorder

loc. sost. m. invar. il nastro magnetico che, all'interno della scatola nera, registra tutti i dati del volo di un aereo. 

leggi

astuccio

s.m. scatola o fodero o guaina per la custodia di un oggetto: astuccio del violino , delle matite , degli occhiali. dim. astuccetto , astuccino.  

leggi

guantiera

s.f.  (1) scatola dove si tengono i guanti (2) (antiq.) vano portaoggetti, chiuso da uno sportellino, che si trova nel cruscotto delle automobili (3) (region.) vassoio per servire dolci, gelati ecc. 

leggi

botulino

agg. (biol. , med.) si usa nelle loc. bacillo botulino , bacillo che si sviluppa nelle carni insaccate o in scatola avariate, producendo una tossina che determina il botulismo s.m. bacillo botulino. 

leggi

scatoletta

s.f.  (1) dim. di scatola  (2) piccola scatola contenente prodotti alimentari conservati: una scatoletta di tonno.  

leggi

scatolificio

s.m. fabbrica di scatole. 

leggi

scatolo

s.m. (chim.) composto organico a otto atomi di carbonio con un nucleo aromatico e uno eterociclico contenente azoto; si forma dalle feci, cui conferisce l'odore sgradevole. 

leggi

scatologia

s.f.  (1) lo scrivere o il parlare scherzosamente degli escrementi o delle funzioni fisiologiche (2) lo scritto o il discorso stessi che trattano di questi argomenti. 

leggi

scatologico

agg. [pl. m. -ci] di, da scatologia: linguaggio scatologico.  

leggi

Sitemap