tegame

s.m.

1.  recipiente da cucina rotondo, con bordi bassi e uno o due manici: un tegame di terracotta , di alluminio

2.  (estens.) quantità di cibo contenuta in un tegame: si è mangiato un tegame di fagioli. dim. tegamino.

stufaiola

s.f. tegame profondo con coperchio adatto a cucinare lo stufato. 

leggi

bastardella

s.f. tegame basso a due manici, di rame o terracotta. 

leggi

tegamino

s.m.  (1) dim. di tegame | piccolo tegame o padellino: fare due uova al tegamino  (2) (estens.) quantità di cibo che può stare in un tegamino. 

leggi

fricassea

s.m.  (1) spezzatino di vitello, agnello o pollo, stufato in tegame e condito con salsa a base di uova e limone (2) (fig.) disordinata mescolanza di cose diverse | scritto, discorso confuso. 

leggi

casseruola

o casserola, anche cazzeruola e cazzarola, s.f. utensile da cucina, di metallo o altro materiale, simile al tegame ma più fondo, di solito con manico lungo. dim. casseruolino.  

leggi

pagliata

s.f. la parte superiore dell'intestino di vitello da latte, cotta al tegame con cipolla, sedano, prezzemolo, vino e pomodoro; è una specialità della cucina romana: rigatoni con la pagliata.  

leggi

tegamata

s.f.  (1) (fam.) quantità di cibo contenuto in un tegame: una tegamata di spezzatino  (2) (non com.) colpo dato con un tegame. 

leggi

Sitemap