tema

(1)

s.f. [solo sing.] (lett.) timore: tacque per tema di sbagliare ; l'affermò senza tema di smentite.

tema (2)

s.m. [pl. -mi]

1.  argomento di un discorso o di uno scritto: il tema di una conferenza , di una conversazione , di una relazione | motivo fondamentale e ricorrente in un'opera letteraria o artistica, in un autore, in un movimento o periodo storico: il tema della solitudine in petrarca ; il tema dell'autonomia dell'uomo nel rinascimento

2.  argomento di un'esercitazione scolastica: svolgere un tema ; l'alunno è andato fuori tema , non si è attenuto all'argomento | l'esercitazione stessa: correggere i temi. dim. temino accr. temone pegg. temaccio

3.  (mus.) idea musicale compiuta, suscettibile di sviluppo, sulla quale, da sola o insieme con altre, è costruita l'intera composizione: tema principale , secondario ; tema di passaggio , di chiusa ; tema con variazioni | nell'opera lirica e nella musica per film, motivo musicale legato a un personaggio o a un ambiente: il tema di violetta nella traviata | variazione sul tema , (fig.) modo diverso di trattare un argomento che nulla aggiunge di sostanziale alla trattazione

4.  (ling.) la parte della parola che resta togliendo la desinenza, e che permette l'immediata inserzione degli elementi di flessione (talvolta coincide con la radice): tema nominale , verbale , quello che resta togliendo a una parola rispettivamente la desinenza nominale o la desinenza verbale | in un enunciato, ciò di cui si dice qualcosa (in contrapposizione a rema , che è ciò che si dice di qualcuno o qualcosa)

5.  (ant. , lett.) esempio, azione: avea dinanzi agli occhi il tema / del suo fratel che n'era stato morto (ariosto o. f. xxxvii, 54)

6.  (sport) schema, andamento di una gara: l'atteggiamento difensivo delle due squadre costituisce il tema tattico della partita.

tema (3)

s.m. [pl. m. -mi] ognuna delle circoscrizioni militari e amministrative dell'impero bizantino, istituite a partire dal sec. vii e soggette a uno stratego.

temere

v. tr. [io témo ecc. ; pass. rem. io teméi o temètti , tu temésti ecc.] (1) aver timore di qualcuno o di qualcosa, oppure che qualcosa avvenga o non avvenga: temere il maestro , un castigo ; teme il carattere violento del padre ; temo di non farcela a finire il lavoro ; teme sempre di sbagliare ; temo che venga ; temo che non venga | prevedere, sospettare un evento sgradito: temere un inganno ; temo che stia per piovere ; temo che faremo tardi al treno | non temere qualcuno ,...

leggi

tematica

s.f. insieme di temi, di argomenti: una tematica da approfondire | in partic., l'insieme dei temi letterari o musicali più frequenti in un autore, in un movimento o in un periodo storico: la tematica di pirandello ; la tematica idealistica.  

leggi

tematico

agg. [pl. m. -ci] (1) relativo a un tema letterario, musicale o artistico: variazione tematica  (2) (ling.) relativo al tema di una parola: vocale tematica § tematicamente avv. dal punto di vista del tema, dei temi. 

leggi

temenza

s.f.  (1) (ant. , lett.) timore: ché gran temenza gran desire affrena (petrarca canz. cxlvii, 11) (2) (tosc.) sentimento di timore causato da soggezione o timidezza. 

leggi

temerarietà

s.f. l'essere temerario; temerità: la temerarietà di un'azione.  

leggi

temerario

agg.  (1) si dice di persona che si espone ai pericoli senza riflettere o senza fondato motivo: un ragazzo temerario | (estens.) sfrontato, impudente: escimi di tra' piedi, villano temerario, poltrone incappucciato (manzoni p. s. vi) (2) avventato, non ponderato: un giudizio temerario | proposizione temeraria , (teol.) affermazione che, senza fondati motivi, rigetta verità religiose generalmente considerate certe | lite temeraria , (dir.) causa promossa senza fondato motivo, il cui...

leggi

temerità

s.f. ardimento eccessivo che spinge ad affrontare un pericolo senza riflettere o senza fondato motivo; temerarietà, avventatezza: il coraggio non è temerità | atto, comportamento temerario: reagire in quel modo è stata una temerità.  

leggi

temi

s.f. (lett.) la giustizia: le aule di temi , i tribunali. 

leggi

temibile

agg. che è da temersi; pericoloso § temibilmente avv.  

leggi

temo

s.m. (ant. , poet.) timone. 

leggi

Sitemap