temperato

part. pass. di temperare agg.

1.  attenuato, non eccessivo: un calore temperato | clima temperato , (geog.) con temperatura media annua compresa fra i 10° e i 20°

2.  (fig.) temperante, sobrio: essere temperato nel bere

3.  (mus.) si dice di strumento che ha subìto il temperamento: "il clavicembalo ben temperato" , titolo di una raccolta di preludi e fughe di j. s. bach | sistema temperato , temperamento § temperatamente avv. con temperanza, moderatamente.

temperatore

s.m. [f. -trice] (non com.) chi tempera; moderatore, conciliatore. 

leggi

vitrex

® s.m. invar. vetro temperato per uso edilizio, che si produce in lastre variamente sagomate e colorate. 

leggi

temprato

part. pass. di temprare agg. (tecn.) che ha ricevuto la tempra: acciaio temprato , temperato | (fig.) che è divenuto più forte: un carattere ben temprato.  

leggi

temperie

s.f.  (1) (meteor.) clima, stato dell'atmosfera; in partic., clima temperato (in contrapposizione a intemperie) (2) (fig.) clima, carattere di un particolare ambiente o periodo: temperie culturale , politica  (3) (ant.) mescolanza proporzionata. 

leggi

prateria

s.f.  (1) vasta distesa erbosa (2) (geog.) associazione vegetale in cui prevalgono le piante erbacee, come graminacee e leguminose, caratteristica delle regioni continentali a clima temperato secco. 

leggi

temperare

v. tr. [io tèmpero ecc.] (1) (ant.) mescolare in giusta proporzione; diluire, stemperare: temperare il vino con l'acqua ; temperare i colori  (2) mitigare, frenare: temperare l'ira , lo sdegno ; temperò con un sorriso l'asprezza delle parole | attenuare, moderare: la divina foresta spessa e viva, / ch'a li occhi temperava il novo giorno (dante purg. xxviii, 2-3) (3) (lett.) forgiare, fabbricare: come 'l bue cicilian che mugghiò prima / col pianto di colui... / che l'avea...

leggi

tempera

s.f.  (1) tecnica pittorica che usa l'acqua per sciogliere i colori e, come agglutinanti, diverse sostanze, p. e. chiara d'uovo, colla animale, gomma, latte, cera (a esclusione dell'olio) | (estens.) il dipinto eseguito con tale tecnica: una bella mostra di tempere  (2) (agr.) tenore ottimale di umidità di un terreno (3) (tecn.) tempra. 

leggi

temperalapis

s.m. invar. (antiq.) temperamatite. 

leggi

temperamatite

s.m. invar. piccolo attrezzo provvisto di una lametta, con il quale si temperano le matite facendole ruotare al suo interno | temperamatite automatico , dispositivo munito di due rullini a dentatura elicoidale che, azionati girando una manovella, temperano rapidamente le matite. 

leggi

temperamentale

agg. che si riferisce al temperamento, che dipende dal temperamento: reazione temperamentale | riferito a persona, umorale, bizzarro. 

leggi

temperamento

s.m.  (1) (non com.) il temperare, l'essere temperato; alleviamento, mitigazione | (estens.) conciliazione, compromesso: trovare un temperamento tra due tesi contrastanti  (2) l'insieme delle caratteristiche psicofisiche di un individuo, che ne determinano il comportamento; indole, carattere: temperamento sanguigno , collerico | carattere, personalità spiccati: avere temperamento ; essere privo di temperamento  (3) (mus.) sistema di intonazione degli strumenti per cui l'ottava...

leggi

temperamine

s.m. invar. piccolo attrezzo a una o più lame per appuntire le mine di grafite. 

leggi

temperante

agg. (non com.) dotato di temperanza; sobrio: essere temperante nel bere ; un ragazzo temperante § temperantemente avv. (non com.) con temperanza, con moderazione. 

leggi

temperanza

s.f.  (1) capacità di dominarsi, di non eccedere nel soddisfacimento dei bisogni e dei desideri naturali; nella teologia cattolica è una delle quattro virtù cardinali (2) (estens.) moderazione, senso della misura (3) (ant.) il temperare, il mitigare (4) (ant.) temperatura. 

leggi

temperativo

agg. (rar.) che vale a temperare; che è atto a moderare, ad attenuare. 

leggi

Sitemap