tempio

ant. templo, s.m. [pl. -pi o -pli]

1.  edificio destinato al culto religioso; nell'antichità e in alcune religioni orientali, edificio consacrato al culto di una o più divinità, di cui è considerato la dimora: i templi egiziani ; il tempio di giove a olimpia ; le moschee sono i templi dei musulmani | per antonomasia, presso gli ebrei, l'unico luogo destinato al culto ufficiale di dio, cioè l'edificio fatto costruire a questo scopo da salomone a gerusalemme. dim. tempietto

2.  (lett.) chiesa: s.pietro in roma è il maggior tempio della cristianità

3.  (estens.) edificio dedicato al culto, alla memoria di qualcuno o di qualcosa: il tempio voltiano di como | (fig.) qualsiasi luogo dove si coltivi, sia in auge un valore ritenuto degno di particolare considerazione o venerazione: il tribunale è il tempio della giustizia.

dodecastilo

agg. (arch.) che ha dodici colonne: tempio dodecastilo.  

leggi

areostilo

s.m. (arch.) tempio con intercolunnio molto ampio. 

leggi

devadasi

s.f. fanciulla indiana addetta al servizio di un tempio buddista. 

leggi

esastilo

agg. (arch.) si dice di tempio o di altro edificio che presenti sei colonne sulla fronte. 

leggi

gazofilacio

s.m. (st.) nel tempio di gerusalemme, il tesoro e il luogo di raccolta delle offerte. 

leggi

anfiprostilo

agg. (archeol.) si dice di tempio greco o romano che presenti colonne solo sui lati brevi. 

leggi

diptero

o dittero, agg. (arch.) si dice di tempio classico con doppia fila di colonne su ciascuno dei lati. 

leggi

distilo

agg. e s.m. (arch.) si dice di tempio con due colonne sulla facciata o di elemento architettonico sostenuto da due colonne. 

leggi

erario

s.m.  (1) nell'antica roma, il tesoro dello stato, custodito nel tempio di saturno (2) oggi, fisco, amministrazione finanziaria dello stato: le entrate dell'erario.  

leggi

diastilo

agg. e s.m. (arch.) si dice di intercolumnio di ampiezza pari a tre volte il diametro della colonna, e del tempio che ne è dotato. 

leggi

adito

s.m. (archeol.) la parte più riposta del tempio greco e romano, alla quale accedevano solo i sacerdoti e dove si conservava l'immagine o il simbolo del dio. 

leggi

efesio

agg. di efeso; efesino: diana efesia , così chiamata perché in quella città sorgeva un tempio famoso a lei dedicato | lettere efesie , formule magiche usate in misteriosi riti celebrati a efeso. 

leggi

tempa

o timpa, s.f. (region.) cima montuosa tondeggiante o a cupola, con pareti a picco, frequente nell'appennino meridionale. accr. tempone (m.). 

leggi

tempaccio

s.m.  (1) pegg. di tempo  (2) (meteor.) cattivo tempo. 

leggi

tempario

s.m. elenco dei tempi medi necessari a eseguire ciascun tipo di lavorazione relativo a uno specifico settore tecnico: il tempario delle riparazioni automobilistiche.  

leggi

tempellare

v. tr. [io tempèllo ecc.] (ant.) far suonare uno strumento battendolo o scuotendolo: tutto il dì tempellaron le campane (pulci) | (fig.) far vacillare | v. intr. [aus. avere] (ant.) sonare, battere, detto di uno strumento | (fig.) essere incerto, dubbioso; tentennare. 

leggi

tempera

s.f.  (1) tecnica pittorica che usa l'acqua per sciogliere i colori e, come agglutinanti, diverse sostanze, p. e. chiara d'uovo, colla animale, gomma, latte, cera (a esclusione dell'olio) | (estens.) il dipinto eseguito con tale tecnica: una bella mostra di tempere  (2) (agr.) tenore ottimale di umidità di un terreno (3) (tecn.) tempra. 

leggi

temperalapis

s.m. invar. (antiq.) temperamatite. 

leggi

temperamatite

s.m. invar. piccolo attrezzo provvisto di una lametta, con il quale si temperano le matite facendole ruotare al suo interno | temperamatite automatico , dispositivo munito di due rullini a dentatura elicoidale che, azionati girando una manovella, temperano rapidamente le matite. 

leggi

temperamentale

agg. che si riferisce al temperamento, che dipende dal temperamento: reazione temperamentale | riferito a persona, umorale, bizzarro. 

leggi

temperamento

s.m.  (1) (non com.) il temperare, l'essere temperato; alleviamento, mitigazione | (estens.) conciliazione, compromesso: trovare un temperamento tra due tesi contrastanti  (2) l'insieme delle caratteristiche psicofisiche di un individuo, che ne determinano il comportamento; indole, carattere: temperamento sanguigno , collerico | carattere, personalità spiccati: avere temperamento ; essere privo di temperamento  (3) (mus.) sistema di intonazione degli strumenti per cui l'ottava...

leggi

temperamine

s.m. invar. piccolo attrezzo a una o più lame per appuntire le mine di grafite. 

leggi

Sitemap