tenda

s.f.

1.  drappo di tela o d'altro tessuto che viene steso sopra o davanti a ciò che si vuole riparare o nascondere; in partic., il drappo di tessuto, che si lascia pendere all'interno delle finestre o davanti alle porte negli appartamenti, per riparo dalla luce, dalla vista o per ornamento: abbassare , chiudere la tenda ; mettere le tende alle finestre ; coprire un vano con una tenda ; tirare la tenda , farla scorrere sulla bacchetta fissata in alto; tende alla veneziana , veneziane | (anat.) lo stesso che tentorio. dim. tendina accr. tendona , tendone (m.) pegg. tendaccia

2.  piccolo padiglione facilmente smontabile, formato da teli di grosso tessuto impermeabile, sostenuto da pali e fermato da picchetti, usato come abitazione da popoli nomadi e come ricovero provvisorio da soldati e campeggiatori: tenda da campo , militare; tenda canadese , a sezione triangolare, generalmente per una o due persone | piantare le tende , accamparsi; (fig.) restare a lungo presso qualcuno abusando della sua ospitalità | levare le tende , togliere il campo; (fig.) andarsene

3.  tenda a ossigeno , (med.) padiglione in plastica che isola il letto di un paziente che abbia difficoltà respiratorie, entro il quale viene diffusa una miscela gassosa ricca di ossigeno.

tendere

v. tr. [pres. io tèndo ecc. ; pass. rem. io tési , tu tendésti ecc. ; part. pass. téso] (1) distendere, dispiegare tirando (detto di cosa avvolta, allentata, estensibile e sim.): tendere una corda fra due alberi ; tendere un elastico , una molla ; tendere una tela , per ricamarla, per stirarla; tendere le corde di un violino , per accordarlo; tendere l'arco , curvarlo tirandone a sé la corda | tendere le reti , per catturare pesci o uccelli; (fig.) preparare tranelli | tendere troppo...

leggi

tendaggio

s.m. insieme di tende disposte a ornamento di un ambiente: un salone con tendaggi di seta.  

leggi

tendale

s.m. (non com.) (1) grande tenda distesa all'aperto per riparo dal sole (2) (ant.) tenda che serviva a coprire la poppa delle galee. dim. tendaletto , tendalino.  

leggi

tendalino

s.m.  (1) dim. di tendale  (2) (mar.) piccola tenda che serve come riparo di boccaporti o protezione del timoniere nelle piccole imbarcazioni. 

leggi

tendame

s.m. insieme di tende e dell'occorrente per la loro messa in opera: fabbrica di tendami.  

leggi

tendente

part. pres. di tendere agg. che tende, che mira: parole tendenti a scopi disonesti | che assomiglia, si avvicina (detto spec. di colori): un rosso tendente al viola.  

leggi

tendenza

s.f.  (1) disposizione naturale, attitudine, inclinazione: una spiccata tendenza per la musica ; avere tendenze maniacali | tendenza a delinquere , (dir.) particolare inclinazione al delitto che ha causa nell'indole del colpevole e che, quando è riconosciuta sussistente dal giudice, comporta, in aggiunta alla pena, l'applicazione di una particolare misura di sicurezza (2) particolare orientamento ideologico; anche, l'insieme di quanti professano un determinato orientamento: nella...

leggi

tendenziale

agg. che ha, manifesta una determinata tendenza o inclinazione: orientamento tendenziale ; un delinquente tendenziale § tendenzialmente avv. in modo tendenziale; per tendenza: un'indole tendenzialmente pacifica.  

leggi

tendenziosità

s.f. l'essere tendenzioso; qualità di chi o di ciò che è tendenzioso: la tendenziosità di una notizia.  

leggi

tendenzioso

agg. che è suggerito da una determinata tendenza, che mira a un particolare scopo; non obiettivo, parziale: una persona tendenziosa ; notizie false e tendenziose § tendenziosamente avv.  

leggi

tender

s.m. invar.  (1) carro ferroviario agganciato alla locomotiva a vapore per il trasporto di carbone, acqua e attrezzi; carro di scorta (2) piccola imbarcazione di servizio o d'emergenza, trasportata o rimorchiata da una più grande. 

leggi

Sitemap