terra

s.f.

1.  il pianeta del sistema solare su cui si svolge la vita degli uomini (si scrive con l'iniziale maiuscola nel significato propr. astronomico) : la terra ruota intorno al sole ; la struttura interna della terra | ci corre quanto dal cielo alla terra , (iperb.) c'è moltissima differenza | cose che non stanno né in cielo né in terra , (fig.) insensate, incredibili | muovere cielo e terra , (fig.) darsi da fare in ogni modo per ottenere qualcosa | i beni della terra , quelli materiali

2.  (estens.) l'insieme del genere umano: così percossa, attonita / la terra al nunzio sta (manzoni il cinque maggio) | tutta la terra , l'intera umanità

3.  la superficie del globo terrestre; il suolo su cui si cammina o su cui poggiano i corpi: l'aereo si solleva da terra ; saltare a terra dal treno in corsa ; cadde lungo disteso per terra ; sedersi , sdraiarsi in , per terra ; nascondere un tesoro sotto terra | buttare , mettere qualcuno a terra , (fig.) ridurlo in cattivo stato fisico, morale o economico | essere a terra , (fig.) stanco, demoralizzato, o economicamente dissestato | sentirsi mancare la terra sotto i piedi , (fig.) sentirsi perduto | avere una gomma a terra , uno pneumatico sgonfio | stare con i piedi sulla terra , avere i piedi per terra , (fig.) essere realista | a fior di terra , raso terra , al livello del suolo, rasente il suolo | terra terra, quasi a contatto del suolo: volare terra terra ; (fig.) molto scadente, mediocre: fare discorsi terra terra

4.  la superficie terrestre che emerge dalle acque, in contrapposizione al mare: terra ferma (o terraferma); una lingua di terra ; vento di terra ; una battaglia di terra ; prendere , toccare terra , approdare, detto di imbarcazioni; atterrare, detto di velivoli; scendere , mettere piede a terra , scendere da un'imbarcazione sulla terraferma e, per estens., da un qualunque mezzo di trasporto; rimanere a terra , non riuscire a imbarcarsi su una nave in partenza; per estens., perdere il treno, l'aereo e sim. | per mare e per terra , dappertutto

5.  estensione di terreno; paese, regione: una terra selvaggia , abbandonata ; le terre polari ; trovarsi in terra straniera ; avere nostalgia della propria terra | terra di nessuno , zona neutra che divide due eserciti contrapposti, due stati e sim. | terra bruciata , il terreno che si abbandona al nemico dopo avervi distrutto ogni cosa: far terra bruciata , (fig.) distruggere tutto | terra santa , i luoghi della palestina in cui visse gesù cristo | terra promessa , quella che dio promise ad abramo e alla sua discendenza nell'antico testamento; per estens., luogo o bene ardentemente atteso e desiderato

6.  materiale incoerente e friabile che costituisce lo strato superficiale della crosta terrestre e contiene gli elementi necessari alla nutrizione delle piante; humus: una zolla di terra ; un sacchetto , una carriola , un camion di terra ; terra argillosa , calcarea ; terra di riporto , trasportata in un luogo da un altro | lo stesso materiale in relazione all'attività agricola e di coltivazione delle piante: arare , zappare , lavorare la terra ; terra incolta , vergine , fertile , sfruttata ; cambiare la terra al vaso ; terra magra , grassa , povera, ricca di sostanze necessarie alla nutrizione delle piante | terreno coltivabile; campagna; possedimento rurale: i prodotti della terra ; i lavoratori della terra , i contadini; avere un po' di terra , possedere del terreno coltivabile | verme di terra , lombrico | porcellino di terra , onisco. pegg. terraccia

7.  sostanza naturale pulverulenta e incoerente: terre coloranti ; terra di siena , roccia di color giallo o rosso scuro dalla quale si ricava un colorante; per estens., colore giallo-bruno, ocra | argilla, creta: un mattone , un vaso di terra

8.  terre rare , (chim.) gruppo di elementi, poco frequenti in natura, detti più correttamente lantanidi

9.  (elettr.) conduttore collegato al suolo con potenziale uguale a questo; anche, il suolo considerato come conduttore rispetto al quale si misurano tutti gli altri potenziali: collegamento , presa a terra ; filo di , della terra

10.  (ant.) borgo, città: lecco, la principale di quelle terre (manzoni p. s. i) 11 (mit.) divinità agraria venerata nell'antica roma | usato come agg. invar.

11.  che si trova a livello del suolo: piano terra , pianterreno

12.  detto di colore tra il marrone e il grigio: una giacca color terra.

terra-aria

loc. agg. invar. (mil.) si dice di missile a testata esplosiva destinato a essere lanciato da terra verso bersagli aerei. 

leggi

terra-terra

loc. agg. invar. (mil.) si dice di missile a testata esplosiva destinato a essere lanciato da terra su bersagli terrestri. 

leggi

terracotta

non com. terra cotta, s.f. [pl. terrecotte] (1) argilla modellata e cotta nella fornace, per la fabbricazione di utensili, materiali edilizi, oggetti artistici ecc. (2) oggetto artistico fatto di questo materiale: una terracotta smaltata.  

leggi

terracqueo

o terraqueo, agg. composto di terra e acqua: il globo terracqueo , la terra. 

leggi

terraferma

non com. terra ferma, s.f. [pl. terreferme] terra emersa, in contrapposizione al mare: avvistare la terraferma | la parte continentale di una regione, in contrapposizione a quella insulare. 

leggi

terraglia

s.f.  (1) varietà di ceramica porosa verniciata, impiegata nella fabbricazione di vasellame e articoli igienici, come surrogato economico della porcellana (2) pl. vasellame, stoviglie fatte di questo materiale. 

leggi

terraglio

s.m. (ant.) terrazzo; terrapieno. 

leggi

terragno

agg.  (1) (ant.) posto sulla terra; che è al livello del suolo o poco elevato da esso: sovra i sepolti le tombe terragne / portan segnato quel ch'elli eran pria (dante purg. xii, 17-18) (2) (biol.) terricolo. 

leggi

terragnolo

agg. lo stesso che terragno.  

leggi

terraiolo

lett. terraiuolo , agg. (non com.) terricolo agg. e s.m. si dice di volatile che si alza poco dal suolo. 

leggi

Sitemap