terreno

(1)

agg.

1.  che è di questa terra, di questo mondo, in contrapposizione a quanto è celeste, soprannaturale, spirituale; mondano, profano: vita terrena ; desideri , piaceri terreni

2.  che si trova al livello del suolo, della strada: piano terreno , pianterreno

3.  (rar.) della terra, relativo alla terra; terrestre s.m. (rar.) pianterreno: abitare a terreno ; stanze a terreno § terrenamente avv.

terreno (2)

s.m.

1.  parte superficiale della crosta terrestre: terreno alluvionale , argilloso ; terreno paludoso , accidentato , collinoso | in senso più generico, suolo, terra: sentirsi mancare il terreno sotto i piedi , (fig.) sentirsi perduto per non poter ricevere aiuto da nessuno

2.  porzione di terra più o meno estesa, coltivata o coltivabile: terreno arido , fertile ; terreno di bonifica , prosciugato e reso adatto a essere coltivato | preparare il terreno , lavorarlo prima della semina; (fig.) adoperarsi in modo che sia facilitato il buon esito di qualcosa | tastare il terreno , (fig.) esaminare la situazione prima di agire; cercare di conoscere i pensieri e le intenzioni di una persona: per tastare il terreno, gli chiese quale lavoro facesse | trovare il terreno adatto , (fig.) l'ambiente, le condizioni favorevoli

3.  area, superficie destinata a costruzioni edilizie: terreno fabbricabile ; espropriare un terreno

4.  (mil.) campo di battaglia, zona di operazioni belliche: scendere sul terreno , venire a battaglia; restare sul terreno , morire combattendo | guadagnare , perdere terreno , avanzare, retrocedere; in corse sportive, prendere vantaggio o restare indietro; (fig.) migliorare, peggiorare la propria situazione; acquistare, perdere credito; salire, scendere nella considerazione altrui, e sim.: una moda che sta perdendo terreno ; il candidato del partito di maggioranza ha guadagnato terreno | scegliere un terreno neutro , (fig.) in una situazione difficile o imbarazzante, cercare una via che consenta di arrivare a un accomodamento evitando prese di posizione troppo nette | affrontare un terreno infido , (fig.) una situazione difficile

5.  (sport) campo di gioco: giocare sul terreno avversario ; terreno allentato , reso molle dalla pioggia

6.  (fig.) settore, materia, argomento di un discorso, di una discussione, di uno studio e sim.: scendere sul terreno della filosofia | piano, ambito: un caso che va risolto sul terreno politico

7.  terreno di coltura , (biol.) ogni materiale nutritivo su cui è possibile la crescita di microrganismi e di cellule in laboratorio, a scopo diagnostico o di studio.

acclive

agg. in salita, ripido: terreno acclive.  

leggi

acquitrinoso

agg. con acquitrini; paludoso: terreno acquitrinoso.  

leggi

acereta

s.f. , o acereto s.m. , terreno piantato ad aceri. 

leggi

acquitrino

lett. aquitrino, s.m. terreno con acqua stagnante, spesso ricoperto di erbe palustri. 

leggi

ablaqueazione

s.f. (agr.) scalzamento circolare del terreno intorno al piede di un albero per favorirvi l'afflusso dell'acqua. 

leggi

adusto

agg. (lett.)  (1) riarso dal sole o dal fuoco; inaridito: terreno adusto  (2) magro, asciutto, secco: braccia aduste.  

leggi

adacquatrice

s.f. (agr.) piccolo fosso nel quale si raccoglie l'acqua, che traboccando si riversa sul terreno da irrigare. 

leggi

acquoso

agg.  (1) che contiene acqua; impregnato d'acqua: frutto acquoso ; terreno acquoso | occhi acquosi , lacrimosi; (fig.) slavati (2) simile all'acqua: umore , liquido acquoso.  

leggi

accidentato

agg.  (1) (non com.) colpito da una paralisi (2) irregolare, pieno di ostacoli, disuguale: terreno accidentato  (3) pieno di imprevisti, di difficoltà: un viaggio accidentato.  

leggi

terrenità

s.f. (rar.) la qualità di ciò che è terreno, mondano, profano. 

leggi

Sitemap