terziere

s.m. nome di ciascuna delle tre zone in cui si dividevano un tempo alcune piccole città sopravvive nell'uso di talune cittadine.

terza

s.f.  (1) la terza classe di una scuola: essere promosso in terza | in passato, la terza classe in un treno o in una nave (2) la terza marcia nel cambio degli auto- e motoveicoli: mettere , innestare la terza  (3) nella danza, posizione dei piedi a 90 gradi, in modo che il calcagno del piede posto davanti tocchi il punto mediano interno del piede posto dietro (4) particolare posizione di scherma, con braccio leggermente piegato e aperto verso destra e dorso della mano rivolto in...

leggi

terzadro

s.m. (dir.) chi lavora un terreno con un contratto di terzeria. 

leggi

terzana

agg. e s.f. si dice di febbre malarica il cui accesso si verifica ogni terzo giorno, contando come primo il giorno dell'accesso precedente, perciò a giorni alterni. 

leggi

terzanella

s.f. terzana leggera. 

leggi

terzanella

s.f. seta di qualità inferiore che si ricava da bozzoli incompiuti o avariati. 

leggi

terzanella

s.f. anagallide. 

leggi

terzarolare

lett. terzaruolare, v. tr. [io terzaròlo ecc.] (mar.) diminuire la superficie di una vela esposta al vento ripiegandola sui terzaroli. 

leggi

terzarolo

o terzerolo, lett. terzaruolo, terzeruolo, s.m.  (1) (mar.) nelle antiche galee, la terza vela in ordine di grandezza dopo la mezzana e l'artimone | il terzo dei vogatori in uno stesso banco della galea (2) (mar.) ciascuna delle parti della vela che, per diminuire la superficie esposta al vento, può venire ripiegata nel senso dell'altezza mediante cordicelle cucite sulla vela stessa: far terzarolo , terzarolare (3) (ant.) arma da fuoco usata fino al sec. xvi, di grosso calibro e con...

leggi

Sitemap