ti

(1)

pron. pers. di seconda pers. sing.

1.  te, a te; forma complementare atona del pron. pers. tu , si usa come compl. ogg. e come compl. di termine (in luogo quindi di te , a te) quando non si vuol dare loro particolare rilievo, in posizione sia enclitica sia proclitica: ti avvertirò in tempo ; che cosa ti ha risposto? ; eccoti, finalmente! ; vorrei dirti due parole ; vedendoti fuggì | accompagnato dai pronomi atoni mi , si , ci , si premette a si e ci e si pospone a mi : non mi ti far correr dietro ; non ti ci avvicinare | in presenza delle forme pronominali atone lo , la , li , le e della particella ne viene sostituito da te : te lo ha restituito? ; non fartelo dire un'altra volta ; te ne ha parlato? ; fattelo restituire subito | si usa nella coniugazione dei verbi riflessivi e intransitivi pronominali: vestiti in fretta! ; ti sei lavato le mani? ; ti ricordi?

2.  esprime partecipazione diretta o indiretta all'azione espressa dal verbo (è il cosiddetto dativo etico): ti sei preso un bel raffreddore

3.  con valore rafforzativo: che ti immaginavi? o anima lombarda, / come ti stavi altera e disdegnosa (dante purg. vi, 61-62).

ti (2)

antiq. o region. te, s.m. o f. invar. nome della lettera t e del suono che essa rappresenta.

tiade

s.f. baccante, menade. 

leggi

tiamina

s.f. nome chimico della vitamina b1. 

leggi

tiara

s.f.  (1) copricapo di forma varia portato anticamente da re e sacerdoti orientali; mitra (2) (eccl.) alto copricapo rigido, di forma tondeggiante, con tre corone sovrapposte e croce all'apice, che il papa portava in speciali funzioni solenni; triregno | (fig.) autorità, carica papale: aspirare alla tiara.  

leggi

tiaso

s.m. nell'antica grecia, associazione religiosa dedita al culto dionisiaco; anche, la festa in onore di dioniso, celebrata da tali associazioni. 

leggi

tiazina

s.f. (chim.) ogni appartenente a una classe di composti eterociclici con anello esaatomico in cui quattro atomi sono di carbonio, uno di zolfo e uno di azoto; sono usati come intermedi per la produzione di coloranti. 

leggi

tiazinico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice di composto derivato da una tiazina: coloranti tiazinici.  

leggi

tiazolico

agg. [pl. m. -ci] (chim.) si dice di composto derivato da un tiazolo: coloranti tiazolici.  

leggi

tiazolo

s.m. (chim.) ogni appartenente a una classe di composti eterociclici con anello pentaatomico in cui tre atomi sono di carbonio, uno di zolfo e uno di azoto; sono usati come intermedi per la produzione di coloranti e di farmaci. 

leggi

tiberino

agg. del tevere, della regione bagnata dal tevere: la valle tiberina.  

leggi

tibet

s.m. invar. stoffa di lana morbidissima e pregiata, prodotta originariamente nella regione asiatica del tibet. 

leggi

Sitemap