ve

pron. pers. m. e f. di seconda pers. pl. [atono; usato come compl. di termine in luogo del pron. pers. vi in presenza delle forme pronominali atone lo , la , li , le e della particella ne , in posizione sia proclitica sia enclitica] a voi: ve lo dissi ; ve la spedirò ; ve le regalò ; ve li diede ; ve ne parlerò ; ve ne pentirete ; dicendovelo ; cercherò di mandarveli oggi avv. [usato al posto dell'avv. vi in presenza delle forme pronominali atone lo , la , li , le e della particella ne , in posizione sia proclitica sia enclitica] qui, in questo luogo; lì, in quel luogo, nel luogo di cui si parla: non ve li trovai ; ve lo misi io ; ve ne sono diversi.

ve'

o veh, inter.  (1) esprime meraviglia, stupore, ammirazione e sim.: ve', che bello! ; ve' che non par che luca / lo raggio da sinistra a quel di sotto (dante purg. v, 4-5) (2) esprime avvertimento, ammonimento o, semplicemente, rafforza un'affermazione o una negazione: attento, ve', a quello che dici ; non provarti a farlo, ve'! ; sì, ve'! ; no, ve'!.  

leggi

vecchia

s.f.  (1) donna di età molto avanzata. dim. vecchierella , vecchietta , vecchina pegg. vecchiaccia  (2) (region.) lo stesso che luminello 1. 

leggi

vecchiaia

s.f.  (1) fase avanzata della vita naturale: arrivare alla vecchiaia ; i malanni , gli acciacchi della vecchiaia ; pensare alla vecchiaia , fare economie e risparmi da utilizzare quando si sarà vecchi; morire di vecchiaia , non per una malattia, ma in seguito all'età molto avanzata; essere il bastone della vecchiaia di qualcuno , essere di sostegno morale e materiale a una persona anziana | indice di vecchiaia , indice dell'invecchiamento di una popolazione, calcolato come rapporto tra la...

leggi

vecchiardo

s.m. [f. -a] (rar.) persona vecchia; vegliardo. 

leggi

vecchierello

meno com. vecchiarello , s.m. [f. -a] (1) dim. di vecchion 1 (2) vecchio d'aspetto mite, fragile: movesi il vecchierel canuto e bianco (petrarca canz. xvi, 1). 

leggi

vecchietto

s.m. [f. -a] (1) dim. di vecchion 1 (2) vecchio di piccola statura, di corporatura esile. dim. vecchiettino.  

leggi

vecchiezza

s.f. l'essere vecchio: il passaggio dalla maturità alla vecchiezza ; mobili che mostrano la loro vecchiezza.  

leggi

vecchio

agg.  (1) che si trova nell'ultimo periodo della vita naturale; con significato più ampio, anziano (in contrapposizione a giovane): il mio vecchio nonno ; un vecchio elefante ; il fulmine ha schiantato il vecchio pino ; essere , diventare , sentirsi vecchio ; essere vecchio come matusalemme , vecchissimo; essere più vecchio , meno vecchio di qualcuno , essere maggiore, minore di età nascere vecchio , si dice di chi, nonostante la giovane età, dimostri un giudizio, un'assennatezza propri...

leggi

vecchio

s.m. (ant.) solo nella loc. vecchio marino , vitello marino, foca: i capidogli coi vecchi marini / vengon turbati dal lor pigro sonno (ariosto o. f. vi, 36). 

leggi

vecchione

s.m. [f. -a] (1) accr. di vecchio (2) | uomo molto vecchio (3) vecchio di alta statura, di aspetto imponente. 

leggi

Sitemap