veggia

s.f. [pl. -ge] (ant.) botte.

maniero

agg. (ant.) addomesticato, domato (detto di animale): e venne a terra a piombo, / come casca dal ciel falcon maniero / che levar veggia l'anitra o il colombo (ariosto o. f. ii, 50). 

leggi

veggente

agg. (ant.) che vede | a occhi veggenti , alla presenza di qualcuno s.m. e f.  (1) (rar.) chi vede, chi ha l'uso della vista (2) (lett.) profeta: ai mirabili veggenti, / che narrarono il futuro (manzoni la resurrezione) (3) indovino, mago: farsi predire l'avvenire da una veggente.  

leggi

veggenza

s.f.  (1) (rar.) facoltà di vedere (2) (fig.) capacità di prevedere il futuro: la veggenza dei profeti.  

leggi

vegghia

vedi veglia

leggi

veggio

s.m. (tosc.) scaldino di terracotta. dim. veggino.  

leggi

Sitemap