verbale

(1)

agg.

1.  espresso a voce; orale: ordine verbale ; disposizioni verbali | nota verbale , nota diplomatica su questioni di importanza secondaria | processo verbale , (dir.) lo stesso che verbale 2: redigere un processo verbale

2.  fatto di parole, che si manifesta attraverso parole: un alterco , un'offesa verbale

3.  (fig.) esteriore; inconsistente, vano (in opposizione a vero , reale): un'adesione puramente verbale

4.  (gramm.) del verbo, che concerne il verbo: forme verbali , le forme della coniugazione del verbo | predicato verbale , nell'analisi logica, il predicato costituito dal verbo non accompagnato da sostantivo o da aggettivo | frase verbale , quella provvista di verbo (in contrapposizione alla frase nominale) § verbalmente avv. a parole, a voce: comunicare qualcosa verbalmente ; ammonire qualcuno verbalmente.

verbale (2)

s.m. documento che registra e attesta quanto è stato dichiarato oralmente in una determinata circostanza, spec. in una riunione, in un dibattimento: il verbale di un processo , di un esame , di un'assemblea ; redigere , stendere , firmare un verbale ; mettere qualcosa a verbale , inserirla in tale documento ' verbale di perdita , (mar.) documento redatto dal comandante di una nave e attestante la perdita di oggetti della nave stessa.

incoativo

agg. (gramm.) che esprime l'inizio, l'avvio dell'azione: verbo , aspetto verbale incoativo | come s.m. : un incoativo , un verbo incoativo. 

leggi

cinesica

s.f. studio della comunicazione non verbale e, in particolare, di quella che si attua attraverso i movimenti, i gesti, la mimica del corpo. 

leggi

iussivo

agg. e s.m. (ling.) si dice di forma verbale o costruzione che esprime un comando, un ordine (p. e. l'imperativo e, in certi casi, il congiuntivo: esci! ; esca!). 

leggi

ingressivo

agg. (ling.) si dice di suono la cui articolazione è ottenuta con ingresso anziché emissione di aria nell'apparato di fonazione | (gramm.) di aspetto verbale che esprime l'azione nel suo inizio; incoativo. 

leggi

imperfettivo

agg. (gramm.) si dice di aspetto verbale che esprime un'azione nel suo svolgimento (p. e. in costrutti come sta per partire , sta parlando ; o nell'imperfetto dell'indicativo, in opposizione al passato remoto). 

leggi

durativo

agg.  (1) (ant.) durevole (2) (gramm.) che si riferisce a un'azione considerata nel suo svolgersi continuato, senza indicazione di inizio o di fine: aspetto verbale durativo.  

leggi

verbalismo

s.m. la tendenza a usare un linguaggio prolisso, ridondante, ma povero di sostanza, di pensiero. 

leggi

verbalistico

agg. [pl. m. -ci] proprio del verbalismo; che ha carattere di verbalismo. 

leggi

verbalizzare

v. tr.  (1) mettere a verbale: verbalizzare le deposizioni dei testimoni  (2) esprimere con parole: verbalizzare un'idea , un'intuizione | v. intr. [aus. avere] redigere un verbale. 

leggi

verbalizzazione

s.f. il verbalizzare, l'essere verbalizzato. 

leggi

Sitemap