vespero

s.m.

1.  (lett.) vespro, crepuscolo: stormi d'uccelli neri / com'esuli pensieri / nel vespero migrar (carducci)

2.  (region.) vespro, nel senso liturgico

3.  vespero , (lett.) nome dato al pianeta venere quando appare verso sera; espero.

vermiglio

agg. (lett.) di colore rosso carico: quando brillava il vespero vermiglio (pascoli) s.m. il colore vermiglio. 

leggi

vesperale

agg. (lett.) del vespero; vespertino s.m. libro che contiene la liturgia dei vespri. 

leggi

vespertilio

ant. vespertello , s.m.  (1) (ant.) pipistrello: già ogni ucello si era per le sovravegnenti tenebre raccolto nel suo albergo, fòra che i vespertelli (sannazaro) (2) (zool.) vespertilione. 

leggi

vespertilione

s.m. pipistrello insettivoro di piccole dimensioni, con muso liscio e coda lunga, diffuso in asia e nell'europa centro-settentrionale (fam. vespertilionidi). 

leggi

vespertilionidi

s.m. pl. (zool.) famiglia di mammiferi chirotteri a cui appartengono i comuni pipistrelli | sing. [-e] ogni individuo di tale famiglia. 

leggi

vespertino

agg. (lett.) relativo al vespro; della sera: ora vespertina ; messa vespertina , pomeridiana. 

leggi

Sitemap