vetrata

s.f. chiusura costituita da vetri sostenuti da un telaio: la vetrata di una veranda ; le antiche vetrate del duomo di siena. dim. vetratina.

lucernario

s.m. apertura nel tetto di un edificio chiusa da una vetrata per dare luce a scale, soffitte o stanze interne. 

leggi

vetrato

agg.  (1) che ha vetri, fornito di vetri: una porta vetrata  (2) che contiene vetro, cosparso di vetro: pasta vetrata ; carta vetrata , carta che ha su una faccia minutissimi e fittissimi frammenti di vetro e serve per levigare superfici ruvide s.m. sottile velo di ghiaccio che si forma sopra le rocce | (estens.) analogo velo di ghiaccio che si forma sul fondo stradale. 

leggi

monocromo

agg. di un solo colore; dipinto in un'unica tinta, con gradazioni chiare e scure: una facciata monocroma ; una figura , una vetrata monocroma | anche s.m. : un monocromo di polidoro da caravaggio.  

leggi

vetraio

s.m. [f. -a] (1) operaio addetto alle operazioni di lavorazione del vetro (soffiatura, foggiatura, stampaggio ecc.) (2) chi vende, taglia e applica lastre di vetro. 

leggi

vetrame

s.m. quantità di lastre e oggetti di vetro. 

leggi

vetrario

agg. che riguarda la lavorazione del vetro: industria vetraria | pittura vetraria , su vetro. 

leggi

vetreria

s.f.  (1) fabbrica, magazzino o negozio di vetri o di oggetti di vetro: le vetrerie di murano  (2) pl. quantità, assortimento di oggetti di vetro: una stanza piena di vetrerie.  

leggi

vetriata

s.f. (non com.) vetrata. 

leggi

vetriato

agg. (non com.) (1) fornito di vetri: porta vetriata  (2) coperto di uno smalto vitreo, lucido: vaso vetriato ; ceramiche vetriate , invetriate. 

leggi

vetrice

s.f. o m. salice da vimini. 

leggi

vetriciaia

s.f. (non com.) terreno in cui crescono vetrici; saliceto. 

leggi

vetriera

s.f.  (1) (rar.) vetrata (2) (region.) vetrina, mobile a vetri. 

leggi

Sitemap