via

(1)

s.f.

1.  striscia più o meno larga di terreno, artificialmente delimitata e spianata, che collega tra loro diversi punti di un centro abitato o diversi abitati, e consente il traffico; strada: via stretta , tortuosa , di campagna ; via di città , privata ; le antiche vie romane ; via sterrata , lastricata | la voce è comune nelle denominazioni di strade, spec. urbane, e si può scrivere con l'iniziale maiuscola o minuscola: via manzoni o via manzoni ; via nuova ; la via aurelia. dim. vietta , viuzza pegg. viaccia

2.  sentiero, pista; varco, passaggio: aprirsi una via nella boscaglia , tra la folla | via d'acqua , idrovia; (mar.) falla attraverso la quale penetra acqua | dare via libera , lasciare libero il passaggio; (fig.) autorizzare: dare via libera all'esecuzione di un progetto | segnare via libera , segnalare al conduttore di un veicolo che può passare, che nessun altro veicolo sta per tagliargli la strada: il semaforo verde segna via libera | via , per via , per via di , per mezzo di: diffondere una notizia (per) via radio ; trasmissioni via satellite ; per indicare mezzo o modo di trasporto: spedire qualcosa per via aerea , (per) via (di) mare ; per indicare un dato percorso precisandone una tappa intermedia: treno milano-roma via firenze

3.  tragitto, percorso, itinerario: la via percorsa dalla pallottola ; non trovare più la via di casa ; fermarsi a mezza via ; la via della seta , l'itinerario seguito anticamente dai mercanti che trasportavano la seta dall'oriente in occidente; la via della droga , l'itinerario seguito usualmente dai trafficanti di questa merce per rifornire gli acquirenti | nell'alpinismo, percorso per raggiungere una vetta o un punto determinato di una montagna: aprire , tracciare una nuova via ; la via direttissima dell'eiger ; via ferrata , itinerario alpinistico permanentemente attrezzato con corde metalliche fisse, scale di ferro, chiodi ecc.

4.  cammino, viaggio: essere , mettersi in via | in via , per via , lungo la strada, in viaggio: me ne sono accorto quando ero già in via ; ne potremo parlare per via | tra via , (antiq.) cammin facendo | essere in via di miglioramento , in via di guarigione , (fig.) in condizioni progressivamente migliori, in condizioni che lasciano sperare una guarigione vicina | fanali di via , le luci che una nave o un aereo devono tenere accese di notte, e che con il loro colore e la loro posizione consentono di individuarne da lontano la direzione del movimento | far via per , (mar.) fare rotta per | foglio di via , (dir.) documento con cui l'autorità impone di fare ritorno al comune di origine alle persone diffidate dal questore o comunque ritenute pericolose per la sicurezza o la moralità pubblica

5.  (fig.) carriera: scegliere la via degli affari ; una laurea che apre molte vie

6.  (fig.) modo di vivere, spec. dal punto di vista morale: seguire , abbandonare la retta via

7.  (fig.) modo di giungere a qualcosa; sistema, mezzo, maniera: l'unica via di scampo ; non c'è via di mezzo ; tentare ogni via per convincere qualcuno ; essere senza via d'uscita ; arrivare alla conclusione per la via più semplice , per altre vie ; inoltrare la richiesta per via gerarchica | adire le vie legali , fare ricorso ai tribunali | scendere , passare a vie di fatto , ricorrere alla violenza, venire alle mani | vie traverse , mezzi illeciti, sotterfugi, raggiri | vie brevi , comunicazioni rapide effettuate mediante telefono, telegrafo ecc. | trovare la via del cuore , riuscire a commuovere | le vie del signore sono infinite , il signore ha infiniti modi per realizzare la sua volontà per mezzo e a favore degli uomini | in via provvisoria , in via eccezionale , provvisoriamente, eccezionalmente | per via di , (fam.) per mezzo, in occasione, a causa di: si conobbero per via di quel lavoro ; hanno litigato per via dei soldi ; per parte di: sono cugini per via di padre | per via che , (fam.) per il fatto che: non sono più partito per via che ho perso il treno | dare la via , (ant.) dare la libertà, lasciare andare | prov. : chi lascia la via vecchia per la nuova, sa quel che lascia e non sa quel che trova , si dice per consigliare prudenza nei cambiamenti

8.  (med.) condotto, canale dell'organismo; passaggio tra l'esterno e l'interno del corpo: le vie respiratorie ; prendere una medicina per via orale ; praticare un'iniezione per via intramuscolare

9.  via lattea , (astr.) agglomerato di stelle, di cui fa parte il sole, visibile nel cielo notturno a occhio nudo come una striscia biancastra; galassia.

via (2)

avv.

1.  esprime allontanamento; è usato per lo più con verbi di moto: correre , fuggire , venire , volar via ; talvolta come semplice rafforzativo: cacciar via | andar via , andarsene: è andato via ora ; vattene via! , va' via! ; riferito a cose: le macchie di frutta difficilmente vanno via , scompaiono difficilmente; a ricamare vanno via gli occhi , si indebolisce la vista; è una merce che va via facilmente , che si vende molto; i soldi vanno via che è un piacere! , si spendono senza accorgersene | gettare , buttare via , disfarsi di qualcosa che non serve più buttare , gettare via tempo , denaro , fiato , sprecarli | dar via , cedere, vendere; regalare: ha dato via l'orologio per poche lire; gli è venuta la mania di dar via tutto | portar via , prendere con sé; rubare: ho portato via tutti i miei libri ; il vento ha portato via il tetto della casa ; i ladri gli hanno portato via tutto ; (fig.) riferito a tempo, impegnare, occupare: questo lavoro mi porterà via un anno | mandar via , cacciare, licenziare: mandò via la domestica ; far scomparire: la trielina manda via le macchie di grasso | tirar via , affrettarsi: tira via, altrimenti perderemo il treno ; lavorare, far qualcosa in fretta e male: è un lavoro tirato via | essere via , (fam.) non essere in casa, essere lontano dalla propria sede abituale: è via da milano | uno di fuori via , (fam.) un forestiero

2.  usato in senso assol., sottintendendo il verbo andare o sim., per indicare rapidità d'azione: balzò in piedi, e via di corsa! ; per esprimere un ordine perentorio: via di lì!

3.  con valore simile a eccetera , così di seguito (spec. nelle enumerazioni): si parlò di sport, di moda e via dicendo , e via discorrendo ; e così via ; e via di questo passo

4.  via via, di mano in mano, di volta in volta; progressivamente: via via che le ore passavano, l'incertezza aumentava ; va via via migliorando | via via (o vie via), (ant.) subito, tra un momento

5.  (antiq.) in matematica, indica la moltiplicazione: tre via tre fa nove inter.

6.  si usa per cacciare qualcuno: via, via, andatevene! ; via, voglio restar solo!

7.  si usa per incitare, incoraggiare, esortare: via, sbrigatevi, è tardi! ; via, non abbatterti per così poco! ; animo, via!

8.  si usa per concludere un discorso: via, non se ne parli più! ; se finisse tutto qui, via!

9.  si usa per esprimere incredulità, disapprovazione, impazienza (o, con tono diverso, pazienza): via, non ci credo! ; via, non è possibile insistere così! ; via, smettila di frignare! | anche rafforzato con altra esclamazione: eh via, son cose da dirsi? ; oh via, basta!

10.  si usa per dare il segnale d'inizio di una gara, di un gioco ecc.: uno, due, tre via! s.m. invar. segnale di inizio dato ai concorrenti di una gara, di un gioco ecc.: al via, i corridori scattarono | dare il via , (fig.) dare inizio: dare il via ai lavori , a un dibattito.

via crucis

loc. sost. f.  (1) (relig.) esercizio di pietà che consiste nel meditare sulla passione di cristo passando dall'una all'altra delle immagini (stazioni) che ne raffigurano i quattordici episodi principali | (estens.) la serie stessa delle immagini che raffigurano i quattordici episodi: una via crucis in bronzo  (2) (fig.) serie di sofferenze, di umiliazioni: la sua vita è stata tutta una via crucis.  

leggi

viabile

agg. (non com.) praticabile; percorribile con veicoli (detto di strada e sim.). 

leggi

viabilista

agg. [pl. m. -sti] che si occupa di viabilità: ingegnere , vigile viabilista.  

leggi

viabilistico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda la viabilità: sistema viabilistico.  

leggi

viabilità

s.f.  (1) l'essere viabile; possibilità di transito: la viabilità è interrotta da una frana  (2) complesso e stato delle vie di un territorio: una regione dotata di una buona viabilità | viabilità di tipo orografico , di tipo idrografico , a seconda che si adatti alle forme montuose e collinari oppure alle linee fluviali (3) il complesso delle norme che regolano la costruzione e manutenzione delle strade e il traffico stradale. 

leggi

viacard

® s.f. invar. scheda magnetica che consente il pagamento automatico del pedaggio autostradale. 

leggi

viado

s.m. [pl., più com. del sing., viados] travestito o transessuale di origine sudamericana che esercita la prostituzione per strada. 

leggi

viadotto

s.m. ponte ad archi o a travature poggianti su piedritti, che permette a una strada o a una ferrovia di superare una valle, una depressione di terreno e sim. 

leggi

viaggiante

part. pres. di viaggiare agg.  (1) che viaggia o può viaggiare | casa viaggiante , roulotte (2) che svolge il suo lavoro viaggiando: personale viaggiante , quello delle aziende di trasporti pubblici che presta servizio sui mezzi, in contrapposizione al personale delle stesse aziende che svolge compiti a terra. 

leggi

viaggiare

v. intr. [io viàggio ecc. ; aus. avere] (1) detto di persona, spostarsi da un luogo a un altro, per lo più distante dal primo, con un mezzo di trasporto: viaggiare in macchina , in treno , in aeroplano ; viaggiare per terra , per mare ; viaggiare per turismo , per lavoro , per studio ; viaggiare in incognito | (assol.) fare viaggi: mi piace viaggiare ; è uno che ha viaggiato molto  (2) detto di cosa, spostarsi lungo un percorso, con una certa velocità, in un certo tempo: la boccia...

leggi

Sitemap