vicino

agg.

1.  che non è lontano o è poco lontano nello spazio o nel tempo: il municipio è vicino a casa mia ; due piazze vicine (tra loro) ; siamo ormai vicini al fiume ; la fine del lavoro è vicina ; la sera è vicina ; un uomo più vicino ai cinquanta che ai quaranta ; essere vicino a fare qualcosa , stare per farla | nazioni vicine , confinanti | il vicino oriente , quello costituito dalle nazioni che si affacciano o sono prossime al mediterraneo

2.  (fig.) che ha rapporti di parentela o di amicizia: un parente vicino , stretto | che partecipa ai sentimenti di qualcuno: ci sentiamo vicini a voi in questa circostanza

3.  (fig.) simile, affine: è una tinta più vicina al rosso che al marrone ; avere idee , opinioni vicine s. m. [f. -a]

4.  chi è o abita vicino: il vicino di banco ; il vicino di casa ; i nostri vicini sono quasi sempre assenti

5.  (ant. , lett.) concittadino: sappi che 'l mio vicin vitaliano / sederà qui dal mio sinistro fianco (dante inf. xvii, 68-69) avv. a poca distanza, non lontano: abitavano vicino ; accadde qui vicino ; fatti più vicino , avvicinati maggiormente; non c'è riuscito, ma c'è andato vicino , (fig.) c'è mancato poco | da vicino (rar. in grafia unita davvicino), da breve distanza (anche fig.): sparò al bersaglio molto da vicino ; fatti vedere da vicino ; esaminare una questione più da vicino , più addentro, più minutamente; conoscere qualcuno da vicino , personalmente, bene loc. prep.

6.  vicino a , a poca distanza da, accanto a, presso: abita vicino a pavia ; non stare così vicino alla televisione

7.  vicino di , (ant.) presso: vicino di s. brancazio stette un buono uomo e ricco (boccaccio dec. iii, 4) | in espressioni temporali, circa a, verso: essa infino vicino della mezza notte, col suo amante sollazzatasi, gli disse. .. (boccaccio dec. viii, 7).

accosto

avv. vicino, da presso, a lato: gli stava accosto | farsi accosto , avvicinarsi, accostarsi | nella loc. prep. accosto a , vicino a: accosto al muro s.m.  (1) (rar.) accostamento (2) (mar.) attracco, approdo: manovra , gancio di accosto agg.  (3) (pop. tosc.) accostato (4) (ant.) vicino. 

leggi

avvicinare

v. tr.  (1) mettere una cosa vicino a un'altra; accostare: avvicinare la sedia al tavolo  (2) farsi vicino a qualcuno; per estens., fare la sua conoscenza, entrare in rapporto con lui: non è facile avvicinarlo | avvicinarsi v. rifl. o intr. pron.  (3) farsi, venire vicino (in senso spaziale o temporale): la nave si avvicina al porto ; l'inverno si sta avvicinando | (fig.) essere simile, assomigliare: nel carattere si avvicina al...

leggi

agonizzante

part. pres. di agonizzare agg. e s.m. e f. che, chi è in agonia; moribondo; (fig.) prossimo alla fine, vicino all'estinzione. 

leggi

battimuro

s.m. invar. gioco di ragazzi che consiste nel gettare a turno una moneta, una figurina o altro contro un muro cercando di farla ricadere quanto più possibile vicino a un punto determinato. 

leggi

allato

o a lato, avv. (lett.) accanto, vicino, di fianco: lo duca mio li s'accostò a lato (dante inf. xxii, 46) | unito ad a forma la loc. prep. allato a  (1) accanto, vicino a, di fianco: allato a una fontana  (2) a paragone, in confronto: suono, a lato a cui sarebbe roco / qual più dolce è qua giù (tasso g. l. xiv, 5). 

leggi

vicinale

agg.  (1) della vicinia, relativo a una vicinia (2) che collega località vicine: ferrovia vicinale , quella che collega un grande centro urbano con la periferia, i dintorni e i centri urbani minori circonvicini | strada vicinale , (dir.) strada privata di campagna sulla quale è però consentito il passaggio pubblico (3) (chim.) si dice di gruppi sostituenti collegati ad atomi di carbonio adiacenti. 

leggi

viciname

s.m. (spreg.) la gente del vicinato; l'insieme dei vicini. 

leggi

vicinante

part. pres. di vicinare s.m. e f. (ant.) chi abita vicino a un altro. 

leggi

vicinanza

s.f.  (1) l'essere vicino nello spazio o nel tempo: la vicinanza della città ; la vicinanza degli esami | in vicinanza di , vicino, nei pressi di: in vicinanza del fiume  (2) (fig.) prossimità ideale; affinità: vicinanza di opinioni  (3) pl. i luoghi vicini; i dintorni: essere nelle vicinanze ; le vicinanze di genova  (4) (ant.) il vicinato; i vicini: la vicinanza uscita fuori al romore... cominciarono questa cosa a biasimare (boccaccio dec. v, 5). 

leggi

vicinare

v. intr. [non usato nei tempi composti] (ant.) essere vicino; confinare. 

leggi

vicinato

s.m.  (1) l'essere vicini di casa o confinanti: rapporti di buon vicinato  (2) l'insieme delle persone che abitano vicino, nelle case o nelle strade adiacenti: tutto il vicinato era alle finestre | l'insieme dei luoghi vicini a quello in cui si abita; quartiere: la gente del vicinato.  

leggi

vicinia

s.f.  (1) nel medioevo, comunità urbana o rurale, dotata di propria organizzazione e investita di funzioni di interesse generale (2) tipo di comunità agraria, ancora sussistente in certe regioni alpine, nella quale i beni della collettività sono attribuiti per porzioni in godimento ai componenti. 

leggi

viciniore

agg. (burocr.) più vicino; limitrofo: il centro urbano e le campagne viciniori.  

leggi

vicinità

s.f. (non com.) l'essere vicino; vicinanza. 

leggi

Sitemap