vie

avv. (ant.) ancora, molto (premesso a un comparativo, con valore rafforzativo): e dicoti più, che noi facciamo vie miglior lavorio (boccaccio dec. viii, 2) | nell'uso lett. sono ancora sporadicamente impiegate le forme vie più e vie meglio , per le quali sono però più com. le grafie unite vieppiù e viemmeglio.

via

s.f.  (1) striscia più o meno larga di terreno, artificialmente delimitata e spianata, che collega tra loro diversi punti di un centro abitato o diversi abitati, e consente il traffico; strada: via stretta , tortuosa , di campagna ; via di città , privata ; le antiche vie romane ; via sterrata , lastricata | la voce è comune nelle denominazioni di strade, spec. urbane, e si può scrivere con l'iniziale maiuscola o minuscola: via manzoni o via manzoni ; via nuova ; la...

leggi

viella

s.f. (mus.) strumento ad arco a fondo piatto, in uso nel medioevo. 

leggi

viemmeglio

o viemeglio, vie meglio, avv. (lett.) tanto più, ancor meglio. 

leggi

viennese

agg. di vienna: valzer viennese s.m. e f. chi è nato o abita a vienna. 

leggi

vieppiù

o viepiù, vie più, avv. (lett.) sempre più, molto più. 

leggi

vietabile

agg. che si può vietare. 

leggi

vietamento

s.m. (ant.) il vietare; divieto. 

leggi

vietare

v. tr. [io vièto ecc.] proibire, non permettere, impedire a qualcuno di fare qualcosa: vietare l'ingresso agli estranei ; gli vietò di rispondere | nulla vieta , non c'è alcuna proibizione o impedimento: nulla vieta che tu rimanga qui | vietare un luogo a qualcuno , (lett.) impedirgli di raggiungerlo: i venti sempre la natal mia terra / parean vietarmi (alfieri). 

leggi

vietativo

agg. (rar.) che vieta. 

leggi

vietato

part. pass. di vietare agg.  (1) proibito: sosta vietata ; film vietato ai minori di 18 anni ; è vietato fumare  (2) (lett.) difeso: le mal vietate alpi (foscolo sepolcri 182). 

leggi

vietatore

agg. e s.m. [f. -trice] (rar.) che, chi vieta. 

leggi

Sitemap