vietare

v. tr. [io vièto ecc.] proibire, non permettere, impedire a qualcuno di fare qualcosa: vietare l'ingresso agli estranei ; gli vietò di rispondere | nulla vieta , non c'è alcuna proibizione o impedimento: nulla vieta che tu rimanga qui | vietare un luogo a qualcuno , (lett.) impedirgli di raggiungerlo: i venti sempre la natal mia terra / parean vietarmi (alfieri).

vietato

part. pass. di vietare agg.  (1) proibito: sosta vietata ; film vietato ai minori di 18 anni ; è vietato fumare  (2) (lett.) difeso: le mal vietate alpi (foscolo sepolcri 182). 

leggi

assembramento

s.m.  (1) riunione, affollamento disordinato di persone in luogo aperto: un assembramento di curiosi ; vietare ogni assembramento  (2) (ant.) adunanza di soldati o di gente armata. 

leggi

vietabile

agg. che si può vietare. 

leggi

vietamento

s.m. (ant.) il vietare; divieto. 

leggi

vietativo

agg. (rar.) che vieta. 

leggi

vietatore

agg. e s.m. [f. -trice] (rar.) che, chi vieta. 

leggi

vietcong

agg. e s.m. invar. che, chi apparteneva al fronte di liberazione del vietnam meridionale, che combatté contro il governo sudvietnamita e le forze di intervento statunitensi (1957-1975) | lo stesso fronte di liberazione: le truppe del vietcong.  

leggi

vietnamita

agg. [pl. m. -ti] del vietnam, stato della penisola indocinese s.m.  (1) [anche f.] abitante, nativo del vietnam (2) lingua parlata in vietnam. 

leggi

vieto

agg.  (1) (spreg.) antiquato, superato: idee , consuetudini viete ; vieti pregiudizi  (2) (lett.) antico, abbandonato: una montagna v'è che già fu lieta / d'acqua e di fronde, che si chiamò ida; / or è diserta come cosa vieta (dante inf. xiv, 97-99) (3) (tosc.) stantio, rancido: salame , burro vieto s.m. (rar.) sapore stantio: prendere di vieto.  

leggi

Sitemap