vischio

o visco, ant. vesco, veschio, s.m. [pl. -schi]

1.  arbusto sempreverde parassita di vari alberi, con foglie carnose lanceolate, disposte a due a due, e frutti a forma di piccole bacche bianche con polpa gelatinosa e appiccicosa; i rami si usano come ornamento augurale per le feste di capodanno (fam. lorantacee)

2.  la sostanza appiccicosa che si estrae dalle bacche del vischio, usata per catturare gli uccelli

3.  (fig. lett.) cosa che trattiene e lega; in partic., attrazione amorosa per cui si resta legato a una persona: quale è uom di sì secura labbia / che fuggir possa il mio tenace vischio (poliziano) | inganno, insidia.

vischiosità

s.f. l'essere vischioso; carattere vischioso (anche fig.) la vischiosità del miele ; la vischiosità dei prezzi.  

leggi

vischioso

agg.  (1) si dice di sostanza appiccicosa come quella estratta dalle bacche di vischio: un liquido vischioso  (2) (fis.) viscoso (3) (fig.) che resiste alle variazioni, ai cambiamenti che dovrebbero produrre variazioni (usato spec. in ambito economico): prezzo vischioso , quello che stenta a diminuire al diminuire della domanda § vischiosamente avv.  

leggi

viscaccia

s.f. [pl. -ce] mammifero roditore delle pampas argentine lungo circa 50 cm, con folto mantello grigio e bianco. 

leggi

viscerale

agg.  (1) relativo ai visceri: dolore viscerale  (2) (fig.) istintivo e profondo (talora usato in opposizione a razionale): odio , amore viscerale § visceralmente avv.  

leggi

visceralità

s.f. natura, carattere viscerale, istintivo, profondo: la visceralità dell'odio.  

leggi

viscere

s.m. [pl. i vìsceri nel sign. proprio; le vìscere nel sign. proprio e fig.] (1) nei vertebrati, ciascuno degli organi contenuti nella cavità toracica e addominale: il cuore e l'intestino sono visceri ; avere dei dolori alle viscere ; estrarre le viscere d'un pollo  (2) pl. (lett.) utero, grembo | il frutto delle viscere , il figlio rispetto alla madre (3) (fig.) la parte più interna di qualcosa: le viscere della terra | sentire qualcosa fin nelle viscere , in modo profondo,...

leggi

viscidità

s.f. l'essere viscido. 

leggi

viscido

agg.  (1) che dà al tatto una sgradevole sensazione di umido, molle e scivoloso: le serpi sono viscide ; una fanghiglia viscida | che presenta una superficie scivolosa: strada resa viscida dalla pioggia  (2) (fig.) subdolo, sfuggente, ipocrita: un viscido adulatore § viscidamente avv.  

leggi

viscidume

s.m. (spreg.) roba viscida. 

leggi

visciola

s.f. frutto del visciolo, di sapore acidulo. dim. viscioletta , visciolina accr. visciolona.  

leggi

Sitemap