delineazione

s.f. (non com.) delineamento.

delineamento

s.m.  (1) il delineare, l'essere delineato (2) pl. (ant.) lineamenti. 

leggi

delineare

v. tr. [io delìneo ecc.] (1) tracciare le linee essenziali, i contorni di qualcosa: delineare una figura  (2) (fig.) abbozzare, descrivere nei tratti essenziali: delineare un programma di riforme | delinearsi v. rifl. essere percepibile, visibile nelle linee essenziali; apparire (anche fig.): la nave si delineava all'orizzonte ; la situazione si delinea difficile.  

leggi

delineato

part. pass. di delineare agg. nei sign. del verbo | carattere ben delineato , chiaro, definito. 

leggi

delineatore

agg. e s.m. [f. -trice] (rar.) che, chi delinea. 

leggi

delinquente

part. pres. di delinquere agg. (rar.) nel sign. del verbo | (ant.) colpevole, che si è macchiato di un delitto s.m. e f.  (1) (dir.) chi delinque; autore di delitti: delinquente abituale , comune  (2) (estens.) chi compie azioni riprovevoli; persona malvagia: un delinquente nato ; faccia da delinquente.  

leggi

delinquenza

s.f. il delinquere, come fenomeno sociale; il quadro della criminalità riferito a un certo tempo, a un certo luogo o a certe categorie di persone: la delinquenza urbana , minorile , organizzata.  

leggi

delinquenziale

agg. di delinquenza, da delinquente: attitudine delinquenziale.  

leggi

delinquere

v. intr. [usato solo nell'inf.; ant. e rar. le altre forme: io delìnquo ecc. ; part. pass. delinquito ; aus. avere] (dir.) commettere uno o più delitti: istigazione a delinquere | associazione per delinquere , reato consistente nell'associazione di tre o più persone allo scopo di commettere delitti. 

leggi

Sitemap