designato

part. pass. di designare e agg. nei sign. del verbo s.m. [f. -a] chi è stato prescelto, destinato a coprire un certo incarico.

sincello

s.m. nella chiesa bizantina, il successore designato del patriarca. 

leggi

trattario

agg. e s.m. [f. -a] (dir.) si dice del soggetto designato come pagatore in una tratta; trassato. 

leggi

pro tempore

loc. avv. e agg. invar. per un periodo limitato di tempo: essere designato pro tempore ; un presidente pro tempore.  

leggi

pseudoconcetto

s.m. nella filosofia di b. croce, gruppo di rappresentazioni aventi tra loro somiglianze estrinseche, designato con un unico nome (p. e. casa, gatto, triangolo ecc.). 

leggi

predestinato

part. pass. di predestinare agg. destinato, designato in precedenza: un uomo predestinato a un grande avvenire | con valore di neutro sost., prestabilito: era predestinato che dovesse finire male.  

leggi

designare

v. tr.  (1) indicare in modo preciso; fissare: designare una data ; designare il termine per un pagamento  (2) proporre, destinare qualcuno a un incarico, un ufficio e sim.: designare il nuovo direttore ; designare qualcuno per una carica  (3) significare, indicare: il termine «dosso» designa una piccola altura.  

leggi

design

vedi industrial design. 

leggi

designazione

s.f. il designare, l'essere designato. 

leggi

designer

s.m. e f. invar. chi per professione si occupa di industrial design. 

leggi

Sitemap