manico

s.m. [pl. -ci o -chi] parte di un oggetto, di un arnese e sim. che si afferra con la mano per adoperarlo o per sollevarlo: manico della scopa , della falce ; manico della borsa , della pentola ; manico del violino , della chitarra | manico del fucile , (ant.) cassa | il difetto sta nel manico , (fig.) nei princìpi direttivi o in chi comanda, non nei mezzi usati o in chi esegue. dim. manichino , manichetto accr. manicone.

manicomiale

agg. di, da manicomio. 

leggi

manicomio

s.m.  (1) istituto in cui si ricoveravano i malati di mente (era detto anche ospedale psichiatrico); ancora impropriamente usato per indicare luoghi o istituzioni per la cura di disturbi mentali (2) (fam.) luogo o situazione caratterizzati da confusione, disordine: quella casa è un manicomio | cose , roba da manicomio , cose assurde, inverosimili. 

leggi

manicomizzare

v. tr. ricoverare in un manicomio, in un ospedale psichiatrico. 

leggi

manicotto

s.m.  (1) sorta di manica grossa e corta, per lo più di pelliccia, imbottita e aperta alle due estremità, in cui si infilano le mani per ripararle dal freddo (2) (mecc.) giunto dalla forma di cilindro cavo usato per collegare longitudinalmente tubi o barre o per trasmettere il moto rotatorio fra due alberi coassiali. 

leggi

bordone

s.m. grosso bastone con manico ricurvo, usato un tempo dai pellegrini. 

leggi

bandura

s.f. strumento musicale della famiglia del liuto, di corpo ovale con fondo piatto e manico corto, diffuso soprattutto in russia. 

leggi

annaffiatoio

o innaffiatoio, s.m. recipiente provvisto di un manico e un lungo beccuccio terminante in una bocchetta traforata, usato per annaffiare. 

leggi

badile

s.m. pala da sterratore, spec. quella a punta pronunciata e a lati rialzati, con manico corto e impugnatura trasversale all'estremità. 

leggi

azza

s.f. antica arma costituita da un manico di legno e da una parte metallica a forma di accetta, con testa foggiata a martello. 

leggi

astile

agg. si dice di croce sorretta da un'asta, usata nelle processioni s.m. (lett.) (1) l'asta di legno della lancia; per estens., la lancia stessa (2) virgulto, ramo | bastone, bacchetta | manico di legno. 

leggi

banjo

s.m. invar. strumento musicale a corde, con manico lungo e cassa costituita da una cornice circolare su cui è teso un piano armonico di pergamena; è impiegato nel jazz e nella musica folk. 

leggi

boccale

s.m.  (1) recipiente simile a un grande bicchiere, con manico e talvolta anche un beccuccio (2) il liquido contenuto in un boccale: bere un boccale di birra  (3) misura di capacità (1 o (4) litri). 

leggi

manica

s.f.  (1) parte dell'abito che copre il braccio: maniche lunghe , corte ; maniche alla raglan , a chimono , a sbuffo ; una camicia , una blusa con mezze maniche , con maniche che giungono fino al gomito | rimboccarsi , tirarsi su le maniche , per godere di maggiore libertà nei movimenti; (fig.) accingersi con impegno a un faticoso lavoro | essere in maniche di camicia , essere senza giacca ' è un altro paio di maniche , (fig.) è tutt'altra cosa, è una questione completamente diversa '...

leggi

manicaio

s.m. (zool.) cappa. 

leggi

manicare

v. tr. [io mànico , tu mànichi ecc.] (ant. , lett.) mangiare: ed ei, pensando ch'io 'l fessi per voglia / di manicar (dante inf. xxxiii, 59-60); quella gente era venuta non a sentir versi ma a conversare e a manicare (de sanctis). 

leggi

manicaretto

s.m. pietanza gustosa, preparata con cura. 

leggi

manicatore

s.m. [f. -trice] (ant.) mangiatore. 

leggi

manicatura

s.f. (mus.) l'atto e il modo con cui il violinista poggia la mano sul suo strumento. 

leggi

manicheismo

s.m. religione sorta in persia a opera di mani (216-277 d. c.), che si fondava sul dualismo di due princìpi ugualmente divini, il bene e il male | (estens.) ogni dottrina o atteggiamento che tende a contrapporre radicalmente e in modo inconciliabile principi, posizioni, scelte fra loro dissimili. 

leggi

manicheo

agg. di mani e del manicheismo | (estens.) si dice di ogni dottrina o atteggiamento che contrapponga nettamente il bene e il male o che tenda ad approfondire le divergenze tra posizioni tra loro dissimili s.m. [f. -a] seguace del manicheismo | (estens.) chi accentua, chi esaspera le diversità di posizioni, idee ecc. 

leggi

manichetta

s.f.  (1) dim. di manica  (2) mezza manica (3) tubo di tela o di altro materiale flessibile che serve da conduttura: le manichette dell'autopompa.  

leggi

manichetto

s.m. (non com.) (1) risvolto in fondo alle maniche degli abiti femminili (2) polsino inamidato (3) (sport) nella lotta, tipo di presa che consiste nell'afferrare con la mano destra (o sinistra) il polso del braccio sinistro (o destro) dell'avversario, per poi portarlo sotto la propria ascella e serrare con l'altro braccio il collo dell'avversario | doppio manichetto , presa che consiste nell'afferrare entrambi i polsi dell'avversario portando le sue braccia sotto l'ascella. 

leggi

Sitemap