maniera

ant. manera, s.f.

1.  modo (termine rispetto al quale ha talora una sfumatura di maggiore particolarità e concretezza): maniera di vivere , di discutere ; insegnare la maniera di usare un arnese ; ognuno è fatto alla sua maniera | che maniera è questa? , belle maniere! , che maniere! , espressioni di biasimo, di rimprovero rivolte a chi si è comportato in modo scortese, sgarbato ' uomo di buone maniere , di modi educati e cortesi ' alla maniera , secondo il costume: alla maniera abruzzese , veneta (o alla abruzzese , alla veneta); alla maniera dei montanari | in ogni maniera , in tutte le maniere , a ogni costo ' c'è modo e maniera (di rispondere , di fare una cosa , di trattare una persona e sim.), in riferimento a cose dette o fatte in modo poco opportuno ' maniera di dire , locuzione, frase idiomatica ' fuor di maniera , fuori misura, in modo esagerato. dim. manierina pegg. manieraccia

2.  lo stile, i caratteri distintivi di un artista, di una scuola o di un'epoca artistica: pittore di maniera michelangiolesca ; seguace della maniera dei macchiaioli | pratica artistica che si fonda sull'imitazione e sulla ripetizione di formule scontate, denunciando carenze d'ispirazione e di naturalezza: un'opera , un artista di maniera | maniera grande , nella letteratura artistica del cinquecento e del seicento, modo di dipingere grandioso (p. e. quello di michelangelo) che prescinde dalle misure naturali e dalle regole dell'equilibrio classico

3.  (lett.) sorta, specie: veggionsi... d'alberi ben mille maniere (boccaccio dec. introduzione).

manierare

v. tr. [io manièro ecc.] (non com.) ammanierare. 

leggi

manierato

agg.  (1) privo di naturalezza, non spontaneo: gesti troppo manierati  (2) detto di artista o di opera d'arte che manca di originalità, che pecca di accademismo: scrittore manierato ; pittura manierata § manieratamente avv.  

leggi

barocchismo

s.m. maniera barocca. 

leggi

avvitata

s.f.  (1) l'avvitare in maniera sommaria o provvisoria (2) (aer.) avvitamento. 

leggi

accentatura

s.f. l'accentare; la maniera in cui vengono segnati gli accenti. 

leggi

arcadico

agg. [pl. m. -ci] (1) dell'arcadia | (fig.) idillico, agreste: paesaggio arcadico  (2) dell'accademia dell'arcadia: poeta arcadico  (3) (fig.) lezioso, manierato § arcadicamente avv. alla maniera arcadica; leziosamente. 

leggi

arcade

agg. dell'antica arcadia, regione della grecia: pastore arcade s.m. e f.  (1) abitante dell'antica arcadia (2) membro dell'accademia dell'arcadia; poeta seguace della maniera arcadica (3) (estens.) scrittore manierato, incline a uno stile lezioso. 

leggi

anglomane

s.m. e f. chi ammira e imita in maniera esagerata tutto ciò che è inglese. 

leggi

bernesco

agg. [pl. m. -schi] (1) del poeta italiano francesco berni (1497-1535) (2) (estens.) alla maniera del berni; giocoso, satirico: poema bernesco.  

leggi

maniere

vedi maniero 1. 

leggi

manierismo

s.m.  (1) nella letteratura artistica, termine coniato da l. lanzi alla fine del sec. xviii per designare lo stile virtuosistico ma privo di naturalezza di una corrente pittorica del secondo cinquecento | nella critica attuale, quella stessa corrente, intesa come negazione dell'equilibrio classicista e come ricerca di un'espressività deformante, prebarocca; analoga tendenza presente nella letteratura di quella stessa epoca (2) (estens.) nel campo delle arti figurative e della...

leggi

manierista

s.m. e f. [pl. m. -sti] (1) seguace, rappresentante del manierismo (2) artista, scrittore di maniera, privo di originalità | usato anche come agg. : pittori manieristi.  

leggi

manieristico

agg. [pl. m. -ci] che concerne il manierismo o i manieristi § manieristicamente avv.  

leggi

maniero

lett. maniere, s.m. nel medioevo, grande abitazione, senza torri o fortificazioni, propria dei feudatari minori | (estens.) castello, dimora, palazzo signorile di campagna. 

leggi

maniero

agg. (ant.) addomesticato, domato (detto di animale): e venne a terra a piombo, / come casca dal ciel falcon maniero / che levar veggia l'anitra o il colombo (ariosto o. f. ii, 50). 

leggi

manieroso

ant. maneroso, agg. di maniere gentili ma affettate; complimentoso, lezioso § manierosamente avv.  

leggi

Sitemap