ramina

s.f.

1.  la scaglia che cade nella lavorazione del rame lavorato col martello

2.  paglietta di acciaio per la pulitura delle pentole

3.  (region.) piccolo orcio di rame; anche, pentola di qualsiasi metallo.

ramingare

v. intr. [io ramingo , tu raminghi ecc. ; aus. avere] (lett.) andare ramingo, vagare senza una meta e una direzione: senti raspar fra le macerie e i bronchi / la derelitta cagna ramingando / su le fosse (foscolo sepolcri 78-80). 

leggi

ramingo

agg. [pl. m. -ghi] (1) (ant.) detto di uccello appena uscito dal nido che, non sapendo ancora volare, salta di ramo in ramo (2) (estens.) che va errando senza meta: andarsene ramingo per il mondo | proprio di chi va errando senza meta: unico spirto a mia vita raminga (foscolo sepolcri 12). 

leggi

ramino

s.m. (region.) (1) pentolino di rame o altro metallo con manico e lungo becco, in cui si scalda l'acqua (2) tipo di ramaiolo bucherellato che serve per togliere la panna al latte. 

leggi

ramino

s.m. gioco di carte che si fa con due mazzi di 52 carte francesi più quattro matte. 

leggi

Sitemap