accolto

part. pass. di accogliere agg. nei sign. del verbo.

italianismo

s.m. (ling.) vocabolo, locuzione o costrutto italiano accolto in un'altra lingua. 

leggi

probando

s.m. (non com.) giovane che aspira a essere accolto in un ordine religioso. 

leggi

gradito

part. pass. di gradire agg. che viene accolto con piacere | poco , non gradito , sgradito, malvisto. 

leggi

ricoverato

part. pass. di ricoverare agg. e s.m. [f. -a] che, chi è accolto in un ospedale, in un ospizio e sim. 

leggi

plaudente

part. pres. di plaudere o plaudire agg. (lett.) che applaude: folla , pubblico plaudente | (fig.) che approva entusiasticamente: il campione fu accolto dalla folla plaudente.  

leggi

accogliere

poet. accorre [ac-còr-re], v. tr. [coniugato come cogliere] (1) ricevere; per estens., ospitare: accogliere qualcuno con freddezza , con gioia ; un asilo che accoglie gli orfani ; essere ben accolto , gradito; accogliere una voce in un dizionario , registrarla (2) accettare, esaudire: accogliere una domanda , una preghiera | seguire: accogliere un suggerimento , un consiglio  (3) (lett.) raccogliere, riunire: voglio io tutte sue prove accorre (ariosto o. f. xi,...

leggi

accolta

s.f.  (1) (lett.) riunione, gruppo di persone (anche spreg.) (2) (ant.) accoglienza. 

leggi

accoltellamento

s.m. l'accoltellare, l'accoltellarsi, l'essere accoltellato. 

leggi

accoltellare

v. tr. [io accoltèllo ecc.] ferire a colpi di coltello | accoltellarsi v. rifl. ferirsi a colpi di coltello. 

leggi

accoltellato

part. pass. di accoltellare e agg. nel sign. del verbo s.m. muro o pavimento di mattoni disposti a coltello, cioè di taglio, per ritto. 

leggi

accoltellatore

s.m. [f. -trice] chi accoltella. 

leggi

Sitemap