eneo

agg. (lett.) bronzeo | età enea , periodo eneo , in paletnologia, età del bronzo.

eneolitico

agg. [pl. m. -ci] (1) si dice del periodo preistorico corrispondente alla fase finale del neolitico, durante il quale continuò l'uso della pietra e incominciò quello di leghe di rame; calcolitico | usato anche come s.m. : reperti dell'eneolitico  (2) che è proprio, caratteristico di tale periodo: civiltà eneolitica.  

leggi

energetica

s.f. scienza che studia l'energia e le trasformazioni energetiche. 

leggi

energetico

agg. [pl. m. -ci] che riguarda l'energia, spec. in quanto utilizzata dall'uomo per il lavoro, il riscaldamento, l'illuminazione ecc.: bilancio energetico ; fonte , politica , crisi energetica | trasformazioni energetiche , (fis.) passaggio da una forma di energia a un'altra agg. e s.m. si dice di sostanza capace di stimolare le energie dell'organismo: alimento energetico ; fare uso di energetici x energeticamente avv. dal punto di vista energetico. 

leggi

energetismo

s.m. dottrina filosofico-scientifica che interpreta la materia e ogni sostanza come energia. 

leggi

energia

s.f.  (1) vigore fisico, forza dei nervi e dei muscoli (si usa spesso al pl.): un uomo nel pieno delle energie  (2) vigore spirituale, fermezza di carattere; decisione, risolutezza: parlare , opporsi a qualcuno con energia  (3) (fis.) grandezza fisica che esprime l'attitudine di un corpo o di un sistema di corpi a compiere lavoro: energia cinetica , potenziale , elettrica , elastica , meccanica , termica , chimica , nucleare | conservazione dell'energia , principio fondamentale...

leggi

energico

agg. [pl. m. -ci] che ha o dimostra energia, che agisce con energia; risoluto, deciso: funzionario energico ; carattere , tono , rimedio energico § energicamente avv.  

leggi

energumeno

s.m. [f. -a] (1) indemoniato, ossesso (com. solo in espressioni comparative): sbraitare come un energumeno  (2) (estens.) chi si comporta con violenza e brutalità, senza lasciarsi guidare dalla ragione. 

leggi

enervare

v. tr. [io enèrvo ecc.] (1) (med.) privare chirurgicamente dell'innervazione: enervare un organo  (2) (fig. ant.) snervare, infiacchire: il fine della repubblica è enervare ed indebolire, per accrescere il corpo suo, tutti gli altri corpi (machiavelli). 

leggi

enervazione

s.f. (med.) operazione chirurgica volta a enervare un organo o una parte del corpo. 

leggi

Sitemap