marcia

(1)

s.f. [pl. -ce]

1.  il marciare: mettersi in marcia | a marce forzate , a grandi tappe, con poche soste (anche fig.): la discussione alla camera procede a marce forzate

2.  (sport) specialità dell'atletica leggera, che si differenzia dalla corsa in quanto un piede deve sempre essere a contatto col suolo

3.  (estens.) manifestazione pubblica organizzata in forma di corteo: la marcia contro la fame nel mondo | marcia su roma , spedizione armata, con destinazione roma, organizzata dai fascisti nel 1922 per imporre un governo guidato da b. mussolini

4.  (mus.) composizione strumentale di ritmo marcato in due o quattro tempi: la marcia trionfale dell'«aida» ; marcia funebre , nuziale , destinata ad accompagnare un corteo funebre, nuziale | pezzo musicale con cui si accompagna e si regola il passo della marcia, spec. di soldati: la marcia del reggimento. dim. marcetta

5.  movimento di macchine o di meccanismi: un orologio dalla grande precisione di marcia | funzionamento di impianti industriali: mettere in marcia la nuova rotativa

6.  in un veicolo a motore, velocità corrispondente ai vari rapporti di trasmissione; dispositivo azionato dal cambio di velocità: cambiare marcia ; innestare la marcia | marcia indietro (o retromarcia), movimento di retrocessione di un veicolo; per estens., l'andare a ritroso; (fig.) il recedere da un proposito: fare marcia indietro | avere una marcia in più , (fig.) avere capacità nettamente superiori a quelle degli altri, spec. in gare sportive.

marcia (2)

s.f. (pop.) pus, materia purulenta che si forma in piaghe, ascessi ecc.

marcialonga

s.f. [pl. marcelonghe] (sport) (1) gara sciistica di fondo (2) (estens.) gara podistica di fondo, con grande partecipazione popolare. 

leggi

marciano

agg. di san marco evangelista, protettore di venezia | biblioteca marciana , nome della biblioteca nazionale di venezia. 

leggi

marciapiede

meno com. marciapiedi , s.m. [pl. invar. o -di] (1) parte laterale rialzata della sede stradale, riservata ai pedoni | donna da marciapiede , prostituta; battere il marciapiede , prostituirsi (2) nelle stazioni ferroviarie, banchina a lato dei binari per il movimento dei viaggiatori (3) (mar.) nei velieri, cavo trasversale posto sotto ciascun pennone per appoggio del piede dei gabbieri durante il lavoro alle vele. 

leggi

marciare

v. intr. [io màrcio ecc. ; aus. avere] (1) procedere a passo uniforme e cadenzato (detto spec. di militari); camminare, avanzare con un certo ordine e nella stessa direzione (detto di un gruppo di persone): marciare in riga , in colonna ; i dimostranti marciavano in corteo | far marciare qualcuno , (fig.) farlo rigare diritto; anche, mandarlo via, licenziarlo | marciarci , (region.) cercare di approfittare di una situazione (2) dirigersi verso un obiettivo (detto spec. di militari):...

leggi

marciatore

s.m. [f. -trice] (1) chi marcia; per estens., buon camminatore (2) atleta che pratica lo sport della marcia. 

leggi

antemarcia

agg. e s.m. invar. che, chi aderì al fascismo prima della marcia su roma: i fascisti antemarcia ; fu un antemarcia.  

leggi

contromarcia

ant. contrammarcia, s.f.  (1) inversione della direzione di marcia; marcia in senso opposto a quello seguito in precedenza (detto di un reparto militare) (2) nei veicoli a motore, retromarcia. 

leggi

dietrofront

o dietro front, loc. inter. comando che si dà ai soldati perché invertano l'ordine di marcia o il fronte dello schieramento | usato anche come s.m. invar. : dare , ordinare il dietrofront | fare dietrofront , invertire il senso di marcia; (fig.) recedere da una decisione presa, cambiare improvvisamente opinione. 

leggi

competitivo

agg.  (1) che costituisce o riguarda una competizione: marcia non competitiva  (2) che permette di competere con la concorrenza: prezzo , prodotto competitivo § competitivamente avv.  

leggi

avvicinamento

s.m.  (1) l'avvicinare, l'avvicinarsi | marcia d'avvicinamento , movimento di truppe già schierate per giungere a contatto col nemico, prima dell'attacco (2) (tip.) la distanza tra le facce laterali contigue di due caratteri affiancati. 

leggi

marcio

agg. [pl. f. -ce , lett. -cie] (1) che è andato a male, che si è guastato: uova marce ; verdura , acqua marcia  (2) (pop.) guasto per infezione, suppurato (detto di parte del corpo) (3) gonfiato, deteriorato dall'umidità: legno , intonaco marcio  (4) (fig.) corrotto: una società marcia | con valore di rafforzativo peggiorativo: avere torto marcio , completamente torto s.m.  (5) la parte marcia di qualcosa: togliere il...

leggi

marc'

vedi marsc'. 

leggi

marca

s.f.  (1) segno o simbolo impresso su un oggetto per indicarne la proprietà, il luogo di provenienza, di fabbricazione, la qualità o altre caratteristiche | di (buona) marca , di qualità scelta | marca tipografica , quella stampata nei libri sul frontespizio o sull'ultima pagina, che rappresenta il contrassegno dell'editore (2) (estens.) l'impresa produttrice, in quanto identificata da un segno: al salone dell'automobile erano rappresentate molte marche  (3) biglietto o gettone...

leggi

marca

s.f.  (1) nell'impero carolingio, territorio di frontiera; il termine sopravvive oggi nella toponomastica: marca trevigiana ; le marche  (2) (ant.) regione, plaga: parlare in modo soave e benigno, / qual non si sente in questa mortal marca (dante purg. xix, 44-45). 

leggi

marcamento

s.m. nel calcio e in altri giochi a squadre, azione di controllo e di sorveglianza che si esercita su un avversario o su una zona del campo: marcamento a uomo , a zona.  

leggi

marcantonio

s.m. [f. -a] (scherz.) persona alta e robusta: un bel pezzo di marcantonio.  

leggi

marcapezzi

s.m. e f. invar. chi marca prodotti industriali; marcatore. 

leggi

marcapiano

s.m. [pl. -ni] striscia colorata o in rilievo che, sulla parete esterna di una casa, indica il limite tra un piano e l'altro. 

leggi

marcapunto

o marcapunti , s.m. [pl. invar. o -ti] arnese da calzolaio con una rotellina dentata che serve a segnare i punti da dare sulla suola delle scarpe. 

leggi

marcare

v. tr. [io marco , tu marchi ecc.] (1) segnare qualcosa con una marca o un marchio: marcare la biancheria ; marcare le pecore | marcare visita , nel gergo militare, dichiararsi ammalato, chiedendo di essere visitato dal medico (2) nell'uso tecnico e scientifico, segnare una misura, effettuare il rilevamento di un dato: marcare l'ora , la temperatura  (3) nel linguaggio sportivo, controllare, sorvegliare un avversario o una zona del campo (anche assol.): marcare a uomo , a zona ;...

leggi

marcasite

o marcassite , s.f. minerale lucido e compatto costituito da solfuri di ferro, usato in oreficeria e bigiotteria. 

leggi

Sitemap