vento

s.m.

1.  (meteor.) spostamento di masse d'aria, dovuto a differenze di temperatura e di pressione, che si determinano fra una zona e l'altra dell'atmosfera : la velocità , la forza del vento ; vento fresco , caldo , umido ; un soffio , un alito di vento ; il soffiare , il levarsi , l'alzarsi , il calmarsi del vento ; il fischio , il sibilo , l'ululato del vento ; una costa battuta dal vento ; il letto del vento , l'esatta direzione da cui spira; venti regolari costanti , che spirano tutto l'anno nella stessa direzione (p. e. alisei e controalisei); venti regolari periodici , che invertono periodicamente il senso (p. e. brezze e monsoni); venti irregolari o variabili , che non hanno periodi fissi (p. e. il libeccio, lo scirocco); rosa dei venti , diagramma delle otto direzioni principali dei venti variabili e di quelle intermedie, riferite ai punti cardinali (p. e. vento greco , di maestro , di tramontana); vento teso , piuttosto forte e sostenuto; vento d'acqua , che apporta piogge; vento di terra , di mare , che proviene da terra, dal mare; colpo di vento , movimento d'aria improvviso e violento | nel linguaggio marinaresco, dà luogo a varie locuzioni concernenti la navigazione a vela: vento favorevole o prospero , sfavorevole o contrario , che spira in senso favorevole o contrario a una linea di navigazione; vento maneggevole , che permette a un natante a vela qualsiasi manovra e l'impiego di ogni sua vela; sopra vento , sotto vento , sopravento, sottovento; tenersi al vento , mantenersi in posizione sopravento rispetto a un punto determinato; guadagnare il vento , navigare, bordeggiando, in modo da procedere verso la direzione da cui esso spira; presentarsi al vento , orientare l'imbarcazione in modo che riceva il vento da prora ' appoggiarsi al vento , detto di uccelli, volare, migrando, nella stessa direzione da cui spira il vento ' qual buon vento (ti porta)? , (fam.) si dice a chi arriva inaspettato e gradito ' buttare al vento , (fig.) sprecare ' parlare al vento , (fig.) inutilmente, senza essere ascoltato ' gridare a tutti i venti , (fig.) divulgare, rendere noto a tutti ' voltarsi a tutti i venti , (fig.) essere incostante e opportunista, essere una banderuola ' correre come il vento , velocissimo ' secondo il vento che spira , tira , (fig.) secondo le circostanze | tunnel del vento , in aerodinamica, galleria del vento ' il regno dei venti , (poet.) il mare: felice te che il regno ampio de' venti, / ippolito, a' tuoi verdi anni correvi! (foscolo sepolcri 213-214) ' il re dei venti , nella mitologia classica, eolo ' a vento , (ant.) a caso. dim. venticello pegg. ventaccio

2.  aria, corrente d'aria: far vento , far muovere aria con un ventaglio o sim. ' vento di fronda , (fig.) aria, atteggiamento di ribellione

3.  (eufem.) peto

4.  (fig. lett.) cosa vana, fugace: ma se 'l latino e 'l greco / parlan di me dopo la morte, è un vento (petrarca canz. cclxiv, 68-69) | essere pieno di vento , borioso, tronfio

5.  vento elettrico , (elettr.) corrente spaziale che si manifesta in prossimità delle punte di conduttori carichi, a causa del potere disperdente di esse

6.  vento solare , (astr.) sciame di ioni, elettroni e protoni emessi dal sole che invade lo spazio circostante provocando fenomeni elettromagnetici

7.  (mar. , edil.) ciascuno dei cavi fissi che servono a rendere stabili gli elementi notevolmente sporgenti di una struttura o la struttura stessa (p. e., in una nave, i fumaioli e le aste che sporgono fuori bordo)

8.  lieve differenza tra il calibro del proietto d'artiglieria e quello dell'anima della bocca da fuoco.

ventaglia

s.f. la parte inferiore dell'elmo, che copriva la bocca. 

leggi

ventagliaio

s.m. [f. -a] (non com.) chi fabbrica o vende ventagli. 

leggi

ventagliarsi

v. rifl. [io mi ventàglio ecc.] (non com.) farsi vento con il ventaglio. 

leggi

ventaglio

s.m.  (1) arnese per farsi vento; è costituito da una striscia di seta, carta o altro materiale incollata su stecche sottili che si imperniano a un'estremità, così da potersi aprire e chiudere su sé stesse: aprire , chiudere , agitare il ventaglio | a ventaglio , si dice di tutto ciò che si diparte a raggiera da un punto, ricordando la forma di un ventaglio: il pavone apre la coda a ventaglio ; dalla piazza si diramano sei strade a ventaglio. dim. ventaglietto , ventaglino  (2)...

leggi

ventare

v. intr. [io vènto ecc. ; aus. avere] (ant. , poet.) soffiare; tirar vento (usato per lo più nella forma impers.) | fare vento; ventilare: se non che al viso e di sotto mi venta (dante inf. xvii, 117). 

leggi

ventarola

s.f. (region.) (1) banderuola (2) ventola per ravvivare la fiamma (3) (fig.) persona volubile. 

leggi

ventata

s.f.  (1) colpo di vento (2) (fig.) moto improvviso e intenso: una ventata di popolarità , di patriottismo , di entusiasmo.  

leggi

ventatura

s.f. (mar. , edil.) l'insieme dei cavi fissi o dei tiranti che rendono stabile una struttura o un elemento notevolmente sporgente in verticale o in altra direzione. 

leggi

ventennale

agg.  (1) che dura vent'anni: periodo ventennale  (2) che ricorre ogni vent'anni: celebrazioni ventennali s. m. il ventesimo anniversario di un avvenimento: il ventennale della resistenza.  

leggi

ventenne

agg. e s.m. e f. che, chi ha venti anni. 

leggi

Sitemap