vero

agg.

1.  che possiede realmente la qualità che gli si attribuisce (si contrappone per lo più a falso): il vero autore di un libro ; non è il vero padre, è il patrigno

2.  effettivo, reale; autentico, genuino: qual è il vero motivo della tua visita? ; il suo vero nome è un altro ; provare un vero pentimento ; questa è vera lana | esatto, giusto: il vero significato di un vocabolo | usato come rafforzativo della qualità di una persona o una cosa: è un vero artista , un vero mascalzone ; questa è una vera fortuna! ; di vero cuore , con tutto il cuore; talora ulteriormente rafforzato con proprio : ho preso un vero e proprio spavento

3.  conforme alla realtà dei fatti, realmente accaduto: una notizia vera ; una storia vera ; è incredibile ma vero | non mi par vero , mi pare impossibile perché troppo bello | vero? , è vero? , non è vero? , per chiedere conferma a una propria asserzione: è stato lui, vero? | fosse vero! , magari | tenere per vero , ritenere vero | tant'è vero che , infatti: nessuno li ha avvertiti, tant'è vero che sono andati via subito | come è vero il sole! , come è vero iddio! , per dare maggior forza alle proprie asserzioni

4.  (rar.) veritiero: testimone vero s.m.

5.  ciò che è vero in assoluto o in relazione a determinati fatti: ricercare il vero ; c'è del vero nel suo racconto ; non dire il vero , mentire; essere nel vero , non sbagliare | a dire il vero , per dire il vero , a essere sinceri: a dire il vero la commedia non mi è piaciuta | a onor del vero , volendo dire le cose come stanno: non è stato cortese, ma a onor del vero aveva ragione di protestare | salvo il vero , salvo errore | il sommo , il supremo vero , dio

6.  realtà concreta: dipingere dal vero , ispirandosi alla realtà rappresentare il vero senza veli § veramente avv.

7.  realmente, secondo verità: era veramente dispiaciuto dell'accaduto ; è veramente amato da tutti

8.  usato come rafforzativo: uno spettacolo veramente interessante | usato in interrogazioni di meraviglia: sei veramente arrivato fin quassù a piedi? | usato per esprimere una riserva: io veramente non sono d'accordo con voi.

ver

o ver' , prep. (poet.) troncamento di verso 3. 

leggi

vera

s.f.  (1) anello, fede matrimoniale (2) parapetto in muratura attorno alla bocca di un pozzo. 

leggi

verace

agg.  (1) (lett.) che ha in sé verità, che è fonte di verità: segnor mio iesù cristo, dio verace (dante par. xxxi, 107) (2) che risponde al vero; non falso, non ingannevole: parole veraci ; amicizia verace | di persona, che dice il vero, che non dissimula: testimone verace  (3) (region.) genuino, di sicura origine: pomodori veraci ; un napoletano verace § veracemente avv.  

leggi

veracità

s.f. l'essere verace; carattere verace. 

leggi

veranda

s.f. loggia o balconata chiusa con tende o vetrate. dim. verandina.  

leggi

veratrina

s.f. (chim.) miscela di alcaloidi presente nelle piante del genere veratro, in particolare nella sabadiglia; si usa come farmaco ipotensivo e, applicato localmente, come revulsivo. 

leggi

veratro

s.m. (bot.) genere di piante erbacee con foglie ovali scanalate lungo le nervature principali e fiori bianchi o rosso-bruni in grappolo; nelle radici, nei rizomi e nei semi si trova una miscela di alcaloidi con proprietà medicinali (fam. liliacee). 

leggi

verbale

agg.  (1) espresso a voce; orale: ordine verbale ; disposizioni verbali | nota verbale , nota diplomatica su questioni di importanza secondaria | processo verbale , (dir.) lo stesso che verbale 2: redigere un processo verbale  (2) fatto di parole, che si manifesta attraverso parole: un alterco , un'offesa verbale  (3) (fig.) esteriore; inconsistente, vano (in opposizione a vero , reale): un'adesione puramente verbale  (4) (gramm.) del verbo, che concerne il...

leggi

verbale

s.m. documento che registra e attesta quanto è stato dichiarato oralmente in una determinata circostanza, spec. in una riunione, in un dibattimento: il verbale di un processo , di un esame , di un'assemblea ; redigere , stendere , firmare un verbale ; mettere qualcosa a verbale , inserirla in tale documento ' verbale di perdita , (mar.) documento redatto dal comandante di una nave e attestante la perdita di oggetti della nave stessa. 

leggi

verbalismo

s.m. la tendenza a usare un linguaggio prolisso, ridondante, ma povero di sostanza, di pensiero. 

leggi

Sitemap